x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

R5 e R3, e le nuove tendenze di mercato

3 ottobre 2017
di Sebastiano Modica
R5 e R3, e le nuove tendenze di mercato
Dolore e piacere. Sconfitta e gloria. Due facce della stessa medaglia. Così recita lo slogan di apertura di Cervélo per presentare la nuova serie R. Sicuramente evocativo ma azzeccato se teniamo presente che stiamo parlando della linea di modelli che nel vasto catalogo del brand canadese è quello caratterizzato da geometria classica

Due modelli in particolare hanno goduto di una totale rivisitazione nella Casa canadese Cervélo tali da considerarli integralmente nuovi: R5 e R3.
Riprogettare senza stravolgere il progetto originario è stata la strada seguita dal team di progettisti allineando due classici alle nuove tendenze di mercato. Numerosi sono stati quindi gli interventi che hanno interessato più o meno tutte le aree delle biciclette: comfort, guidabilità, geometria, struttura e aerodinamica.

Rigidità e peso

Una delle aree di intervento è stata quella inerente l’intera struttura del telaio per dei modelli che sono chiamati ad assolvere alla quasi totalità degli utilizzi su strada. Un telaio che fosse rigido ma anche più leggero rispetto ai predecessori è stato uno degli obiettivi fondamentali perseguiti dagli ingegneri.
Va innanzitutto rimarcato come le nuove R5 ed R3 sono offerte al pubblico in duplice versione, sia con freni a disco sia tradizionali a cerchio.
Precisazione d’obbligo alla luce dei differenti valori di rigidità raggiunti rispettivamente del 21% e del 13% su zona sterzo e movimento centrale per la versione tradizionale e del 18% e 26% per quella dotata di freni a disco.
Per quanto concerne la R3 in entrambi le versioni vengono dichiarati valori del 10% sulla zona sterzo e del 16% sul movimento centrale.

La tecnologia Squoval.Max

Valori di riferimento sul fronte rigidità ottenuti grazie a nuovi tubi sagomati secondo il principio Squoval.Max, parola coniata dai tecnici Cervèlo nata dalla combinazione tra forme squadrate (square) ed ovali (oval).
È attraverso la tecnologia Squoval.Max che stando a quanto dichiarato si ottiene una ideale combinazione di rigidità, peso ridotto e guadagno aerodinamico.
Aerodinamica che rappresenta l’altra grande area su cui i tecnici sono intervenuti.
Nuovo cockpit che vede l’integrazione di attacco e curva manubrio con passaggio interno dei cavi e predisposto per l’eventuale adozione di trasmissione elettronica, ma anche nuovo reggisella sulla versione R5 con superficie frontale ovale a dispetto di quella posteriore squadrata. Piccola chicca degna di nota il sistema di fissaggio al tubo piantone celato alla vista allo scopo di ridurre eventuali turbolenze. Reggisella tradizionale invece per la R3 e R3 Disc.
L’introduzione della versione a disco è stata anche l’occasione per allargare il carro affinché possano trovare spazio coperture da 28mm lasciando i canonici 4mm di spazio tra copertura e telaio come da regolamento UCI.
Interessante l’adozione di perni passanti a sganciamento rapido, soluzione furba rivolta a chi intende usare la versione Disc in gara ed esige tempi rapidi in caso di eventuali cambio ruote.

Geometrie Pro

Sebbene a geometria classica non va dimenticato come le R-Series rimangano purissimi mezzi da gara. Geometria quindi rivisitata con nuove quote ed angoli.
Il movimento centrale è stato abbassato di 4mm con un valore di BB drop di 72mm, lunghezza carro di soli 410mm per un interasse di 993mm.
Come si evince ad un baricentro ribassato corrisponde un incremento di 8mm del valore di interasse a garanzia di una maggior stabilità e maneggevolezza.
Si riduce anche la lunghezza del tubo sterzo per una posizione di guida più racing (su R5), mantenuta inalterata invece per la versione R3.

La gamma

Le nuove R5 e R3 saranno proposte in differenti montaggi a secondo delle versioni
La R5 racchiude tre modelli con trasmissione Shimano Dura-Ace 9100, Shimano Di2 9150 o Sram eTap.
La R3 sarà disponibile con trasmissione Shimano Dura-Ace 9100.
Disponibilità a partire dal mese di ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tags

Sposta