x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Alessandria, dalla mostra al museo

30 novembre 2017
Alessandria, dalla mostra al museo
Ci sono buone notizie per noi appassionati: la mostra di successo Alessandria Città delle Biciclette diventa museo permanente proprio nel luogo che l’ha ospitata. Giovedì 30 novembre, alle ore 18, l'inaugurazione con personaggi di spicco del mondo del ciclismo


Ci sono buone notizie per noi appassionati: la mostra di successo Alessandria Città delle Biciclette diventa museo permanente proprio nel luogo che l’ha ospitata (clicca qui).
Il progetto si è fatto strada con il beneplacito di tutti gli interlocutori e le istituzioni, trovando ampio consenso popolare e formale, con i patrocini della Regione Piemonte, della Provincia e del Comune di Alessandria, di quotidiani nazionali come La Gazzetta dello Sport e La Stampa, di organizzazioni come l’USSI e la Federciclismo. Importanti patrocini sono in arrivo nei prossimi giorni da parte dell’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del CONI.
Sul telaio di questo progetto-bicicletta c’è la consapevolezza di valorizzare un mezzo di mobilità sostenibile che è anche prodotto di design, che ha dato molto all’imprenditoria locale negli anni del suo massimo sviluppo artigianale e che sta conoscendo in questi anni a livello internazionale una rinnovata attenzione, arrivando a vivere quello che è stato definito una sorta di “rinascimento”.

L’inaugurazione

L’evento di inaugurazione del nuovo Museo Alessandria Città delle Biciclette è prevista alle ore 18 in via San Lorenzo 21, a Palazzo del Monferrato (terzo piano e sala conferenze) giovedì 30 novembre 2017.
All’inaugurazione ci saranno una serie di campioni e di famiglie di campioni del presente e del passato. Con un omaggio alla pista condotto dalla due volte olimpionica Antonella Bellutti in compagnia di Marino Vigna, Domenico De Lillo e Marco Pettenella.
Al vernissage parteciperanno molti amici della bicicletta fra gli altri Roberto Damiani (ds Cofidis), una rappresentanza del Team professionistico Androni e del Team dilettantistico Overall Tre Colli, alcuni campioni del passato cresciuti nella scuola della Siof di Biagio Cavanna, come Luciano Parodi, Giovanni Meazzo, i nipoti di Luigi Malabrocca, di Giovanni Cuniolo, di Costante Girardengo, di Fausto Coppi.
Sono attesi anche Marina e Faustino Coppi, Gianni e Marco Torriani, figli del patron del Giro, poi ancora Carola Gentilini e Antonio Molteni del Museo Ghisallo e molti altri amici legati a questa storia di Alessandria Città delle Biciclette che ripropone in modo permanente una mostra retrospettiva sulla prima bicicletta giunta in Italia (da Parigi ad Alessandria nel 1867) che oggi ancora pedala a ritroso nel tempo, conquista e appassiona in un luogo della memoria a due ruote che diventa Museo.

Alessandria, dalla mostra al museo
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta