Pedalare in Trentino

6 giugno 2017
Pedalare in Trentino
Sono più di 400 i chilometri di ciclopiste dedicati ai cicloturisti e si estendono dal Garda alle Dolomiti. Raggiungere i borghi più caratteristici pedalando senza troppa fatica immersi nel verde, sostando nei "bicigrill" e alloggiando nei "bike hotel". Undici percorsi ciclopedonali in tutte le valli

Se siete alla ricerca di idee su dove pedalare, il Trentino è una delle mete in cui trovare tutto ciò che può rendere un’escursione divertente. Si può pedalare tra i meleti in piena fioritura e i campi coltivati lungo la valle dell'Adige, nelle valli di Non e Sole o attorno ai laghi della Valsugana.
Molte delle sue località turistiche offrono strutture ricettive “bike friendly”, dispongono di servizi di noleggio e manutenzione delle bici, comprese le e-bike; e si sta ampliando anche la rete dei servizi di shuttle bus, oltre a quelli di trasporto integrato bus e treno + bici.

Una rete di percorsi ciclopedonali

Per muoversi con la famiglia e senza grossi dislivelli altimetrici ci sono 407 i chilometri di percorsi ciclopedonali percorribili e la caratteristica fondamentale di questa rete è di essere in gran parte ad uso esclusivo delle due ruote e dei pedoni a garanzia della sicurezza degli utenti. La rete delle piste ciclopedonali è articolata in 11 zone per altrettanti percorsi di fondovalle, ovvero Valle dell’Adige, Valsugana, Valle del Primiero, Val di Sole, Alta Val di Non, Valli di Fiemme e Fassa, Val Rendena - Giudicarie Centrali, Valle del Chiese, Garda Trentino - Basso Sarca, Valle dei Laghi, Ledro e Concei. Collega circa un centinaio di comuni trentini e nel 2016 ha registrato oltre 2 milioni di passaggi.
I tracciati si sviluppano al di fuori dei centri urbani, passano in prossimità di siti di grande valenza ambientale come parchi, biotopi, aree di interesse archeologico e culturale, corrono lungo vecchie strade, tracciati ferroviari dismessi, carrarecce di campagna e stradine arginali.
Lungo queste ciclopiste non mancano aree di sosta attrezzate e anche tredici “bicigrill”, dove ristorarsi con prodotti del territorio, effettuare piccole riparazioni di emergenza e reperire informazioni sul territorio che si sta attraversando.

Grandi salite

Grazie al progetto “Grandi salite del Trentino”, tutti possono pedalare idealmente, tornante dopo tornante, sulle ruote dei più grandi campioni sui tracciati che hanno fatto la storia del ciclismo. il progetto ha individuato 23 grandi salite. Tra queste si distinguono le “top five”, epici teatri di battaglie su due ruote: sono quelle del Monte Velo, del Monte Bondone, del Passo Pordoi, del Passo di Pampeago e di Madonna di Campiglio fino a località Patascoss.

Con la e-bike

Interessante anche l'offerta per chi sceglie la pedaalta assistita. FiemmE-motion, per esempio, è il progetto di mobilità sostenibile della Val di Fiemme per muoversi in piena libertà utilizzando mezzi e servizi a basso impatto ambientale.
In Primiero è attivo il progetto Green Way Bike con ben 5 stazioni di ricarica delle biciclette sul territorio.
E-vvai è invece il nome dell'iniziativa nell’ambito del progetto “Cicloturismo ed e-bike in Giudicarie”, da Comano a Madonna di Campiglio. Mentre la Val di Non aderisce al network Movelo, una rete di noleggio di bici elettriche diffusa in molte realtà turistiche dell’arco alpino.
Anche la Valsugana figura tra i territori “bike frendly” con un’offerta molto strutturata di servizi. I servizi di noleggio di e-bike e di e-mountain bike sono presenti anche sull'Altopiano della Paganella, sul Garda Trentino e in Val di Ledro.

Bici + treno

Il trasporto delle biciclette sui treni regionali è ammesso solo su quelli riconoscibili da un apposito pittogramma. In tutti i mesi dell'anno i treni in servizio lungo la ferrovia del Brennero, fra Verona e Bolzano, sono attrezzati per il trasporto da 6 a 18 biciclette al seguito.
Nel corso dei mesi di luglio e agosto, tutti i treni in servizio sulla ferrovia della Valsugana, tra Trento e Bassano sono allestiti in maniera da garantire per tutte le corse giornaliere il trasporto di 32 biciclette al seguito dei viaggiatori. Su alcuni treni in servizio sulla ferrovia Trento-Malé-Marilleva è consentito il trasporto fino a 18 bici.

Bici + bus & shuttle

Nei mesi estivi vengono attivati diversi servizi di trasporto bici: Bike Shuttle Garda Dolomiti, attivo da giugno a settembre collega Torbole sul Garda e Riva con le principali località ai piedi delle Dolomiti di Brenta, nelle Giudicarie, in Val Rendena, Val di Sole e Altopiano della Paganella oltre alla Val di Ledro. Si prenota nelle APT di ambito interessate. Bike Express Fassa-Fiemme è invece il servizio giornaliero (tranne il sabato), tra Molina e Alba di Canazei attivo da giugno a settembre.
Per tutte le informazioni CLICCA QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta