10 buone ragioni per acquistare una e-bike

Perché passare all'elettrico e a una bici a pedalata assistita potrebbe essere la soluzione per il tipo di ciclismo (e di mobilità) che stai cercando

Alpenchallenge Amp City One, e-bike al top di BMC (foto courtesy BMC)

1 di 11

Le biciclette elettriche stanno crescendo in popolarità, e non è difficile capire perché - dopo tutto, chi non vorrebbe un pizzico di velocità gratuita per alleviare un po’ di fatica?

Pensi che possa essere una buona soluzione per la tua concezione di ciclismo?

Ecco alcune altre ragioni per unirsi alla rivoluzione delle e-bike.

Naturalmente, le biciclette elettriche offrono molti degli stessi vantaggi del ciclismo regolare, ma poiché hai un po' di potenza in più a bordo, sarai in grado di percorrere distanze maggiori e pedalare più a lungo.

Ti permetteranno anche di andare più veloce della maggior parte dei ciclisti e in alcuni casi delle auto. Anche se i motori moderni delle auto possono viaggiare molto più velocemente rispetto a 100 anni fa, le strade bloccate significano che la velocità media delle auto nel traffico non è aumentata affatto.

Si può arrivare a oltre 20 km/h quasi istantaneamente su una e-bike, mentre la velocità media delle auto in un centro urbano è di 11 km/h.

Secondo un recente rapporto del Transport Research Laboratory, le biciclette normali escono da casa meno di 25 volte all'anno, e il 46% le usa solo una o due volte a settimana.

In confronto, il 30% delle persone con biciclette elettriche le usa una volta al giorno, mentre un consistente 81% le usa almeno una volta a settimana. Il che significa che gli utenti di e-bike sono due volte più propensi dei ciclisti regolari a uscire e pedalare.

Poiché stai pedalando di più, pedalerai di più - anche se il motore elettrico ti sta aiutando di tanto in tanto. Il che è una buona notizia per il tuo cuore, i tuoi polmoni e la tua pressione sanguigna, perché infiniti studi scientifici hanno dimostrato il legame tra l'esercizio regolare e la riduzione dei livelli di stress.

Le biciclette elettriche sono ottime anche per le persone che amano l'idea di andare in bicicletta, ma sentono di non poterlo fare perché la loro forma fisica non è quella che potrebbe essere, o non è più quella che era a causa dell'età o delle cattive condizioni di salute.

Si può prendere una nuova e-bike di qualità decente a partire da cifre inferiori ai mille euro, mentre i costi di manutenzione sono più o meno gli stessi di una bicicletta normale (per le parti di consumo come pneumatici, catene e pastiglie dei freni).

In altre parole, molto più economico che comprare, assicurare e mantenere un'auto a benzina o diesel, e molto meno che pagare un abbonamento o fare viaggi regolari sui trasporti pubblici.

Per quanto riguarda il costo della ricarica della batteria della tua bicicletta, stiamo parlando di spiccioli quando vedrai la cifra che si aggiungerà alla tua bolletta elettrica.

Non solo ti faranno risparmiare denaro, ma possono anche liberarti dalla tensione del traffico bloccato o dei treni e degli autobus sovraffollati.

Anche se si tratta effettivamente di un veicolo motorizzato, non hai bisogno di una licenza, eppure ti è permesso di usare le piste ciclabili.

E siccome puoi appoggiarti un po' al motore, non suderai troppo e finirai per arrivare al lavoro senza puzzare come un calzino sportivo. Anche il lungo viaggio di ritorno a casa dopo una dura giornata di lavoro non sarà così scoraggiante!

La maggior parte degli incidenti in bicicletta sulla strada si verificano agli incroci come i crocevia o le rotatorie. Questo è spesso dovuto al fatto che un ciclista fermo impiega alcuni secondi vitali per prendere velocità.

Avere quel piccolo motore che ti aiuta ad accelerare ti porterà fuori dalla zona di pericolo più velocemente. Per la stessa ragione, è anche meno probabile che tu possa saltare un semaforo rosso perché non ti arrabbierai per aver dovuto abbandonare tutto quello slancio ben costruito.

Sarai più disposto a rallentare nelle curve e nelle scvolte ad angolo – i ciclisti rischiano sempre in queste situazioni - perché puoi utilizzare il motore della bici per ripartire accelerando

Inoltre, poiché sarai in grado di tenere il passo con il flusso del traffico più facilmente, meno auto, autobus e camion dovranno sorpassarti, il che significa anche una guida più sicura.

Le biciclette elettriche si rivelano davvero utili quando si tratta di affrontare le salite. Di solito sono dotate di una varietà di modalità di potenza per assistere la pedalata, se devi affrontare una salita particolarmente ardua puoi semplicemente mettere in moto il motore della tua bici fino alla sua impostazione più alta e, nonostante il peso extra del motore, salire con estrema facilità.

È uno dei motivi per cui le e-bike stanno crescendo in popolarità tra gli appassionati di mountain bike, perché permette loro di passare più tempo a godere delle discese (la parte divertente) che affrontare le salite (la parte un po' meno divertente).

Avere un motore che ti sostiene significa anche che le e-bike sono ottime per affrontare l'altro grande avversario che la natura pone ai ciclisti: il vento.

Le raffiche vanno bene quando sono dietro di te, ma quando ti colpiscono di lato o ti spingono da davanti, possono rovinare il tuo divertimento e possono anche essere potenzialmente pericolose.

Aumentando la quantità di potenza del tuo motore, però, puoi fare qualcosa per attenuare sia i venti trasversali che quelli frontali.

Le biciclette elettriche sono anche ideali per il cicloturismo. Gli pneumatici più larghi sono di serie e molte hanno occhielli che permettono di montare borse e portapacchi.

Il che significa che percorrere lunghe distanze non solo sarà più comodo, ma anche più gestibile, perché ancora una volta il motore può essere chiamato a dare una mano quando il peso del tuo kit da campeggio ti fa venire voglia di fermarti.

Sì, guidare una e-bike è simile a guidare una bici normale, ma una volta che si innesta il motore, scoprirai che ogni volta che spingi sui pedali - a seconda dell'impostazione che stai usando - troverai tre, quattro, cinque, forse anche altre dieci ragioni per convincerti che hai speso bene i tuoi soldi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA