2+MILIONI DI KM, l'iniziativa benefica di Bikevo e FCI

Dal 26 settembre al 4 ottobre, il popolo della bici è invitato ad accumulare 2 milioni di chilometri in sella per aiutare i giovani ciclisti e Dynamo Camp

1 di 2

In un momento di grandi sofferenze e difficoltà come quello che stiamo attraversando, il mondo della bici chiama in sella i propri sostenitori per fare del bene: supportare l’attività ciclistica giovanile e Dynamo Camp Onlus.

Lo strumento è 2+MILIONI DI KM, manifestazione non competitiva, ideata e organizzata da Bikevo con la partnership della Federazione Ciclistica Italiana.

L’obiettivo è una sfida, a cui tutti, singole persone ma anche squadre o gruppi e atleti disabili, possono partecipare: raggiungere un totale di 2+MILIONI DI KM in sella.

Dal 26 settembre al 4 ottobre 2020, in ogni parte d’Italia, strada o sentiero, l’importante sarà pedalare in sicurezza, in auto-responsabilità e nel rispetto delle direttive sanitarie vigenti.

Come partecipare? Con l’iscrizione online sul sito 2milionikm.com e attraverso una entry fee di (2€) si accede alla possibilità di dare un valore al proprio contributo per ogni chilometro pedalato (0,10€ o 0,25€ 0 050€ o 1€), convertendo così i chilometri in donazione. Ogni percorso può essere registrato con qualsiasi dispositivo: cellulare, ciclocomputer o smartwatch inviando il file gpx al sito dedicato. Oppure, direttamente attraverso l’App Bikevo. Il caricamento dei KM può avvenire anche manualmente con autocertificazione.

È permessa ogni tipo di attività motoria svolta con ogni tipo di velocipede in commercio (anche l’e-bike la cui potenza non superi i 250 watt con velocità inferiore ai 25 km/h), purché il veicolo sia mosso dalla forza muscolare del conducente/passeggeri.

Che sia un solo km o più, ogni pedalata realizzata avrà un valore inestimabile per la possibilità di essere riconvertita in donazione. Ed in base ai KM percorsi da ogni singola persona o squadra o Team Aziendale, ogni donazione, compreso l’entry fee iniziale, sarà equamente destinata a supporto del ciclismo giovanile della Federazione Ciclistica Italiana e delle attività di Terapia Ricreativa offerte gratuitamente da Dynamo Camp Onlus a bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche e alle loro famiglie. Sono possibili anche donazioni libere.

Il sito dedicato, oltre a fornire tutte le informazioni utili per le modalità di iscrizione e donazione, riporterà il countdown dell’iniziativa e, sempre aggiornati durante la manifestazione, due counter riferiti ai KM pedalati ed alla somma della donazione. Le iscrizioni sono già aperte.

La stima è la partecipazione di almeno 40.000 mila ciclisti per poter raggiungere 2+MILIONI DI KM: una vera e propria community riconoscibile sulle strade ed i sentieri di tutta Italia, durante le date dell’evento, grazie all’uso del pettorale dell’evento e delle pedalate realizzate con passione al solo scopo benefico.

Giovanni Malagò, Presidente CONI: “I complimenti per l’iniziativa sono obbligatori e non solo formali. È un’iniziativa che coinvolge tutte le componenti della società civile, raccogliendo idea e contributo di istituzioni sportive, imprenditori, associazioni di volontariato, media. Renato Di Rocco ha ricordato che questa iniziativa rappresenta anche la 'prima manifestazione' autorizzata dopo la pubblicazione delle linee guida. Io aggiungo che finalmente, dopo mesi in cui siamo stati impegnati in discussioni su decreti, contratti, disposizioni e protocollo, torniamo a parlare di sport, quello vero, quello vicino alle persone, quello in grado di stimolare valori sportivi. Come quelli trasmessi dagli amici di Dynamo Camp, che si impegnano da tempo per regalare un sorriso a chi ha difficoltà e lo fanno con passione. Per questo motivo ringrazio gli ideatori di questa iniziativa e confermo l’impegno del CONI e mio personale per accumulare chilometri e coinvolgere testimonial in grado di attirare l’attenzione sul progetto”.

Renato Di Rocco, Presidente FCI: “I giovani rappresentano la linfa del nostro movimento. Poter supportare attraverso un progetto così ben strutturato la loro attività, significa guardare al futuro della due ruote. Grazie a Bikevo, già “training” partner della Federciclismo, per aver ideato e organizzato un evento di coinvolgimento della grande community italiana a pedali, senza distinzione, e a Dynamo Camp per la continuità nella sua fondamentale attività che con 2+Milioni di Km avrà sicuramente un supporto maggiore. Fare Squadre significa proprio questo, ed il ciclismo, non solo quello ad alti livelli, ce lo insegna quotidianamente”.

La partecipazione di una azienda con programmi CSR può avvenire attraverso un pre-acquisto di un numero di pettorali per i propri dipendenti a fronte di un totale di KM, e rientrare tra le attività di volontariato CSR. Anche le Squadre Amatoriali possono partecipare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA