di Fulvia Camisa - 08 marzo 2019

Minimo ingombro, massima resa

Alpha Ros W Jacket ha un ingombro molto ridotto rispetto alla capacità termica. Con la calzamaglia Sorpasso 2 W Bibtight è l’abbinamento al top per le cicliste

1 di 3
Foto Jered Gruber
I capi tecnici ci permettono di vivere tutto il bello dello sport che più ci appassiona in tutte le condizioni climatiche. Anche in questo periodo dell’anno nel quale le temperature sono basse e il rischio pioggia è spesso in agguato. Un tempo potevamo contare sulla giacca adatta alle uscite col sole e quella per i giorni di pioggia. Il settore fa continui passi in avanti e fra i brand che più contribuiscono alla sua evoluzione c’è senza dubbio Castelli, che con Alpha Ros W Jacket alza ancora più in alto l’asticella a livello di prestazione e di comfort per le giornate sia asciutte sia bagnate. Il merito è della nuova membrana Windstopper®, realizzata dalla Gore® e resistente alla pioggia leggera, abbinata al trattamento idrorepellente DWR, a un’accurata scelta nel posizionare le cuciture e alla zip parzialmente coperta YKK® Vislon® che contribuisce a un design raffinato e accattivante.
La prima qualità che si apprezza in prova è la vestibilità, davvero ottima. I due strati che la compongono la rendono versatile e al top fra i prodotti presenti sul mercato. Lo strato interno è termico, quello più esterno è antivento e impermeabile. I punti di forza sono la traspirabilità e la capacità di fare evaporare il sudore all’esterno per mantenere il corpo asciutto e protetto dal freddo e dagli agenti atmosferici. La doppia apertura anteriore, con una cerniera nella parte alta frontale, permette all’aria di diffondersi e ottenere così una maggiore ventilazione.
La massima cura nei dettagli si fa notare anche nei polsini - con taglio al vivo - che si integrano perfettamente coi guanti e la fascia (anch’essa piatta e con taglio al vivo) che avvolge la vita in modo aderente e senza ostacolare i movimenti. Pure il collo aderisce bene per proteggere questa parte tanto delicata, mentre le tre tasche posteriori sono capienti e hanno una pratica etichetta riflettente.
Al fattore sicurezza si presta attenzione anche sulle gambe con Sorpasso 2 W Bibtight. Le zip sulle caviglie YKK® Camlock® sono infatti ricoperte con un nastro riflettente per aumentare la visibilità in condizioni di luce scarsa.
Questa calzamaglia è progettata per un’ampia gamma di temperature grazie al tessuto Thermoflex Core2 che ha uno strato esterno in nylon e uno interno in poliestere a fibra cava. È quest’ultimo designato a mantenere il calore ideale, mentre all’altro abbinamento si deve la veicolazione all’esterno dell’umidità.
Le bretelle hanno una banda di supporto in vita che veste come un guanto e ripara la zona lombare. Come fondello è stato scelto il rivoluzionario Progetto X2 Air, studiato per “accarezzare” la pelle e proteggere dalle vibrazioni. Per questo sono state create parti completamente distinte. Skin Care è uno strato morbido, elastico, senza cuciture, batteriostatico a contatto con la pelle, che evita qualsiasi tipo di sfregamento e conseguenti fastidiose irritazioni. Perforato per migliorare il passaggio dell’aria, si adatta all’anatomia femminile senza che si creino pieghe nel tessuto. L’imbottitura ha densità multipla e spessori differenziati, con materiale viscoso aggiunto nelle zone maggiormente delicate delle ossa ischiatiche e del perineo. All’aderenza contribuisce anche il fondo gamba in GIRO3 che ben si integra al copriscarpe nelle giornate più fredde.
La motivazione a pedalare con temperature rigide passa anche dalla scelta dell’abbigliamento giusto. La giacca Alpha Ros W Jacket, col suo ingombro molto ridotto rispetto alla capacità termica ottimale che garantisce in tutte le situazioni, si è dimostrata di un elevato livello qualitativo. Il massimo dei voti anche per la calzamaglia Sorpasso 2 W Bibtight.
© RIPRODUZIONE RISERVATA