Amstel Gold Race: al fotofinish Van Aert batte Pidcock

Nella classica olandese, colpaccio del belga Wout Van Aert che riesce a battere il giovane inglese Tim Pidcock per pochi millimetri, dopo una gara tattica e priva di emozioni.

Wout Van Aert vince al fotofinish la Amstel Gold Race su Tim Pidcock.

Si erano sfidati pochi giorni fa alla Freccia del Brabante. Si sono ritrovati di nuovo fianco a fianco prima in fuga e poi in volata sul traguardo della Amstel Gold Race. Il grande favorito Wout Van Aert e la stella nascente del ciclismo mondiale Tim Pidcock. E se cinque giorni fa era stato il giovane inglese ad avere la meglio, questa volta è stato il belga a riuscire a resistergli ed a salire sul gradino più altro del podio. Una questione di millimetri (sei).

Nessuno si sarebbe scandalizzato se i giudici di gara avessero decretato un ex aequo dopo il loro passaggio in contemporanea sul traguardo. Dubbi sulla vittoria che sono durati per diversi minuti anche dopo la ripetuta visione del fotofinish da diversa inquadrature.

Azione partita ai 150 metri lanciata da Van Aert. Pidcock ha subito reagito, mentre il tedesco Schachmann è stato inesorabilmente tagliato fuori. Un testa a testa durato fino alla linea del traguardo, sulla quale l'inglese ha allungato con un colpo di reni cercando di beffare il belga, che è riuscito a resistergli portando poi a casa una vittoria quasi insperata.

Gara decisamente tattica e noiosa, nonostante diversi tentativi di fuga sin dai primi chilometri, ma sempre controllati dalle squadre di testa prima che potessero diventare davvero preoccupanti. Qualche caduta e le prime vere azioni nell'ultimo giro di circuito, a una cinquantina di chilometri dall'arrivo.

Ma sono stati la forza e il coraggio di Tim Pidcock a fare la differenza a dodici chilometri dal traguardo. Uno scatto perentorio al quale solamente Wout Van Aert e Maximilian Schachmann sono stati in grado di rispondere. Un'azione di collaborazione insistita che li ha portati ad avere un vantaggio sufficiente per non essere più ripresi.

Quando mancavano mille metri, ci ha provato giustamente Schachmann per primo, ma senza convinzione e con la pronta reazione dei suoi due compagni di fuga, che poi si sono giocati il tutto per tutto fino all'ultimo millimetro di gara.

Wout Van Aert vince al fotofinish la Amstel Gold Race su Tim Pidcock.

Tra le donne quasi riuscito il colpaccio alla nostra Elisa Longo Borghini (alla fine solo ottava) che nell'ultimo giro aveva lanciato la fuga insieme alla scomoda compagnia della polacca Katarina Niewiadoma, per essere poi riprese dal gruppo, per poca collaborazione, a quattrocento metri dal traguardo.

Nonostante un'esultanza troppo anticipata, a vincere la fortissima Marianne Vos, partita dalle retrovie ma impossibile da riprendere anche per il tentativo in extremis di Demi Vollering, che non riesce ad andare oltre il secondo posto. Chiude il podio Annemiek Van Vleuten.

Classifica finale

1. Wout Van Aert (TJV) in 5h03'27''
2. Thomas Pidcock (IGD) st
3. Maximilian Schachmann (BOH) +2''
4. Michael Matthews (BEX) +2''
5. Alejandro Valverde (MOV) +2''
6. Julian Alaphilippe (DQT) +2''
7. Kristian Sbaragli (AFC) +2''
8. Matej Mohoric (TBV) +2''
9. Michal Kwiatkowski (IGD) +2''
10. Tosh Van Der Sande (LTS) +2''

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Ultime novità
Ultime flash