di Jack Elton-Walters - 20 February 2021

Ridley Kanzo Fast, gravel veloce e divertente

Per chi ama il fuoristrada senza rinunciare alla velocità, ecco la bici gravel del marchio belga Ridley adatta a pedalare ad alta velocità su terreni misti, per divertimento o in gara

Asfalto e fuoristrada

È facile passare le ore leggendo le imprese altrui in bici, scorrendo le foto di luoghi remoti e sognando un giorno di poter fare la stessa cosa. Chi non ha mai immaginato di caricare sulla propria bicicletta un po’ di borse e di avventurarsi nella natura selvaggia per girare il mondo?

Tuttavia, troppo spesso la vita reale si frappone tra noi e questa voglia di esplorazione, ed ecco che quel modello in acciaio robusto e con tanti attacchi per borracce e borsoni non è proprio quello che fa per noi. Forse, ciò di cui avreste effettivamente bisogno è una bici che possa reggere il confronto sull’asfalto ma che, all’occorrenza, si senta a suo agio lungo un sentiero fuoristrada costeggiando una linea ferroviaria.

Oppure, avreste bisogno di qualcosa di veramente fantasmagorico sul fuoristrada, ma comunque in grado di riportarvi a casa velocemente? È qui che entra in gioco Ridley con la sua Kanzo Fast.

Veloce sul misto

Il marchio belga Ridley offre già una gamma di bici gravel, tra cui la Kanzo Adventure (la giramondo tuttofare), la Kanzo Speed (che si potrebbe definire come “la mia prima bici gravel”) e la Kanzo A (come la Speed, ma realizzata in alluminio). La denominazione “Fast” di questa Kanzo dice già tutto: un modello adatto a pedalare ad alta velocità su terreni misti, per divertimento o in gara.

Visivamente, la Kanzo Fast assomiglia molto al modello corsaiolo da strada di Ridley, la Noah Fast. Ha il tubo orizzontale curvo e quello obliquo aerodinamico, i foderi verticali ribassati e il tubo verticale che avvolge la ruota posteriore per ridurre al minimo la resistenza aerodinamica. Inoltre, il manubrio aero piatto con cablaggio interno.

A prima vista è difficile notare le differenze, ma a un esame più attento si noterà che la Kanzo Fast è equipaggiata con un gruppo gravel 1X, pneumatici tubeless da 40 mm e una geometria tipica con uno stack più alto e un reach più corto, rispetto alla Noah. Questa geometria propende per una guidabilità adatta all’off-road, con il ciclista in una posizione leggermente più eretta e il peso spostato più lontano dalla ruota anteriore, per consentire alla bici di scrollarsi meglio di dosso i terreni più impervi. Inoltre, il manubrio aero – sebbene progettato pensando alla velocità – viene realizzato secondo ciò che Ridley definisce come “una svolta gravel”, cioè una posizione e un reach più bassi rispetto alla Noah stradale, in modo da affrontare le discese senza doversi abbassare troppo sulla parte anteriore della bici.

Il manubrio, su entrambi i lati, ha una svasatura di 16° che serve proprio ad aiutare la guida in discesa. Il peso dichiarato del telaio per una taglia M è di 1,190 kg, più 490 per la forcella. Il peso totale della bici è di 8,5 kg. Abbastanza leggera per essere una gravel, anche se non tra le più leggere. Ridley però afferma che la forma aero consente un risparmio di 17 Watt rispetto alle bici gravel standard, avvicinandola di fatto alla Noah Fast in termini di penetrazione dell’aria.

Andiamo sullo sterrato

Come faccio sovente, ho portato la Kanzo Fast dove si sarebbe sentita più a casa: un percorso sterrato sull’isola di Wight. Mi è subito parso chiaro come questa bici sia stata all’altezza della situazione. Le gomme WTB Venture da 40 mm hanno pagato poco sull’asfalto in termini di velocità, per poi rivelarsi ottime su sterrati e boscaglia. La guida è stata dura e reattiva, con poche concessioni al confort.

Laddove altre gravel potrebbero incoraggiare a essere prudenti,

Kanzo Fast spinge a pestare sui pedali

Non eccessivamente rigida, ma l’accento è posto sulla competitività piuttosto che sul passare una piacevole giornata in sella. Infatti, laddove altre bici gravel potrebbero incoraggiarti a guidare in modo prudente, la Kanzo Fast mi ha spinto a pestare sui pedali e scoprire rapidamente i limiti delle mie capacità di guida. Inseguendo un amico lungo un percorso tecnico e ripido, ho effettuato un paio di staccate al limite in corrispondenza di curve molto difficili, e in una di queste sono finito dentro una siepe di ortiche pungenti.

Il mio amico, in sella a un modello più pesante e meno agile, ha avuto più successo di me – cioè è riuscito a rimanere in piedi – ma quando il terreno è cambiato e ci siamo ritrovati su un ciottolato più uniforme, il vantaggio è stato tutto mio. Come afferma Ridley, “questa bici è progettata per vincere le corse”.

La scheda tecnica

Marca

Ridley

Modello

Kanzo Fast

Prezzo

€ 4.999

Peso

8,5 kg (M)

Gruppo

Shimano GRX810 Di2

Ruote

Forza Levanto DB

Dotazione

Manubrio e attacco integrati Ridley Kanzo, reggisella Kanzo Fast Aero, sella Selle Italia SLR, pneumatici WTB Venture da 40 mm

Website

ridley-bikes.com/it/

I 3 punti chiave

1) Il telaio aero è basato sulla Noah Fast, per essere veloce sia su strada sia off road.

2) Il blocco manubrio integrato è specifico per l’off-road, con una svasatura di 16° per più comfort e aerodinamica

3) La compatibilità con pneumatici fino a 42 mm apre a molteplici possibilità

L'alternativa più selvaggia

L'alternativa più equilibrata

© RIPRODUZIONE RISERVATA