Un passaporto digitale per le biciclette Colnago

Colnago sarà il primo costruttore ad adottare la tecnologia blockchain su tutte le sue bici, fornendo garanzia di tracciabilità e autenticità ai propri clienti.

Il tag della nuove bici blockchain di Colnago.

Blockchain è un "registro digitale" nato nel 2009, sulla scia delle crittovalute, una struttura dati condivisa e garantita crittograficamente. Uno strumento che può certificare l'identità di prodotti e servizi. E l'italiana Colnago sarà la prima azienda produttrice di biciclette a sfruttarne le potenzialità.

Il primo modello ad essere registrato sarà la bici utilizzata dal vincitore degli ultimi due Tour de France, Tadej Pogačar, al Campionato del mondo di ciclismo su strada in Belgio, poi Colnago inizierà a sfruttare la tecnologia blockchain nei suoi prodotti tra qualche mese, a partire dal 2022, quando saranno aggiunte ulteriori funzionalità. A tutte le bici di nuova produzione saranno quindi collegate informazioni su produzione, vendita e proprietà, che verranno archiviate su una piattaforma gestita dall'italiana MyLIme. MyLime collegherà i telai Colnago alla Automotive Blockchain dove verranno registrati tutti i dati che non potranno essere falsificati o modificati, fornendo la prova definitiva della proprietà.

"Abbiamo esaminato la sicurezza fornita dalla tecnologia blockchain - spiega Manolo Bertocchi, direttore marketing di Colnago - per dare ai nostri clienti la sicurezza di sapere che il telaio che stanno acquistando è autentico e per avere una prova di proprietà perpetua".

"Che si tratti di freni a disco, utilizzo della fibra di carbonio o design aerodinamico - ha affermato Nicola Rosin, Amministratore Delegato di Colnago -, Colnago è sempre stata un'azienda che porta innovazione sul mercato prima degli altri marchi di ciclismo".

Tutte le informazioni su produzione, vendita e proprietà saranno archiviate sulla piattaforma basata sulla blockchain di MyLime a cui chiunque potrà accedere.

Inoltre, Colnago metterà a disposizione del proprietario di ogni bicicletta dotata di tag acquistata una versione NFT (uno speciale tipologia di token crittografico che rappresenta qualcosa di unico) della bici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA