di Rosario Palazzolo - 03 September 2018

Boom delle due ruote in Italia. Il futuro della bici visto da Rimini

All'Italian Bike Festival è stato di scena il futuro del mercato della bicicletta che guarda con curiosità al mondo elettrico

Dove sta andando il mondo della bicicletta? E' la domanda cui hanno cercato di rispondere all'Italian Bike Festival, il “salone della bicicletta” che si è tenuto per un intero weekend, il primo di settembre, sul lungomare di Rimini. Oltre 25mila metri quadrati di fiera all'aperto, per un salone che ha avuto più il gusto della festa vera. Perché i visitatori, negozianti o semplici visitatori, hanno potuto testare centinaia di modelli di biciclette (ben 1.048 quelle messe a disposizione) lungo le piste che sono state allestite per l'occasione. Toccare, provare e conoscere dalle dirette parole dei produttori. Questo il segreto dell'Italian Bike Festival che alla sua prima edizione ha cercato di dare un gusto tutto nuovo e decisamente coinvolgente al grande pubblico.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti dalla prima edizione di Italian Bike Festival - ha sottolineato Francesco Ferrario, direttore della manifestazione -. La partnership con il comune di Rimini è stata vincente. Numerosissimi gli appassionati e non che hanno potuto testare e vedere le biciclette esposte, oltre ai nuovi modelli bike 2019. A Rimini si sono viste anche le famiglie con i bambini che hanno potuto vivere una bella giornata all’insegna delle due ruote”.

Boom delle due ruote in Italia. Il futuro della bici visto da Rimini
Italian Bike Festival

Nuovo format espositivo con anteprime, test, sport e spettacolo

Dalle biciclette per i bambini, alle più moderne ebike sia da montagna che da strada. I produttori italiani ed esteri, erano presenti in oltre 120, hanno presentato le loro ultime novità ed hanno concesso ai visitatori di provarle senza alcuna limitazione.

Il mercato italiano della bicicletta è in forte e costante crescita, soprattutto grazie al fenomeno delle ebike. Le vendite del prodotto bicicletta sono cresciute del 25% nell'ultimo anno. Secondo i dati Eicma è cresciuta del 48% anche la produzione italiana. Il 65% delle nuove biciclette vendute sono ebike e soprattutto e-mountain bike. Non è ancora chiaro quale sarà il futuro di questo genere di ciclismo che è ancora “sorvegliato speciale” tra i cultori del ciclismo, ma una cosa è certa: sta permettendo alle due ruote di conquistare nuovi target e nuovi utenti che mai avrebbero pensato di potersi mettere in sella ad una bici per scalare una montagna e o per percorrere molti chilometri.

Nella serata di sabato, lungo un tracciato di 1150 metri, 60 atleti provenienti da tutta Europa si sono dati battaglia per aggiudicarsi la prima edizione del Criterium “Gran Premio Amarcord”, gara di scatto fisso organizzata da Pedale Riminese ASD e ASD Frecce Rosse.

Per la categoria maschile si è classificato in prima posizione lo spagnolo Facundo Lezica. Alle sue spalle il campione regionale scatto fisso Emilia Romagna Andrea Tincani e Martino Poccianti campione italiano in carica.

Tra le donne, ha tagliato per prima il traguardo l’italiana Arianna Coltro. Dietro di lei la campionessa regionale scatto fisso Emilia Romagna Ania Bocchini e l’americana Hanna Raymond.

Dunque spazio alle bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano sempre più diffuso e gradito, alla bicicletta per il tempo libero, il viaggio e l'avventura, ma anche al ciclismo inteso come sport e spettacolo. Tanti i campioni che hanno voluto dare il loro saluto agli oltre 25mila presenti: da Mario Cipollini, Alessandro Ballan, Paolo Bettini e Davide Cassani. A divertire ed entusiasmare il pubblico Alex Barbero, campione mondiale di BMX che si è esibito in spettacolari trick e acrobazie.

Boom delle due ruote in Italia. Il futuro della bici visto da Rimini
Italian Bike Festival
© RIPRODUZIONE RISERVATA