Torna la Südtirol Dolomiti Superbike

Grazie al miglioramento della situazione pandemica, via libera il 10 luglio a Villabassa per la ventiseiesima edizione di una delle più suggestive manifestazioni da vivere in mountain bike.

1/8

Südtirol Dolomiti Superbike (foto Newspower).

È iniziato il conto alla rovescia della celebre gara altoatesina, la Südtirol Dolomiti Superbike.

Dopo il rinvio dell’edizione 2020 a causa del Covid-19, sabato 10 luglio andrà in scena la più panoramica delle sfide dolomitiche in mountain bike, che trasforma per qualche giorno d’estate, da quasi trent’anni, il paesino di Villabassa in una vera e propria arena all’insegna del divertimento su due ruote.

I partecipanti, da tutta Italia ma anche da vari paesi europei, si sfideranno attraverso due tracciati: il corto da 60 km e 1.570 mt di dislivello, e il lungo da 123 km e 3.400 mt di dislivello. I bikers potranno decidere direttamente in gara se percorrere l’itinerario lungo o quello più breve, in base alle sensazioni provate dalla partenza fino al bivio tra i due percorsi.

Il miglioramento costante della situazione Covid ha fatto sì che il comitato organizzatore confermasse la gara, garantendo al massimo la sicurezza di atleti ed accompagnatori, per permettere a tutti i partecipanti di godere al massimo di questo magnifico evento.

Massima attenzione alla sicurezza sanitaria ma anche protezione dell’ambiente, fanno di questa gara di mountain bike il fiore all’occhiello degli eventi “sostenibili”. Bibite e vivande saranno disponibili esclusivamente lungo il percorso presso punti ristoro ben segnalati e, come detta il regolamento, gettare rifiuti fuori da questi punti ristoro comporterà la squalifica dalla gara. È altrettanto vietato abbandonare il percorso della gara per seguire altri tracciati, nel rispetto della natura.

La partenza della Südtirol Dolomiti Superbike 2019 (foto Newspower).

A oggi sono più di 2800 gli iscritti, e si contano oltre 50 coppie pronte a percorrere l’originale formula “Lei&Lui”, con i due componenti che dovranno affrontare la gara, uno sul percorso lungo ed uno su quello corto; il combinato dei tempi ottenuti dai due bikers verranno sommati e andranno ad originare una classifica dedicata, con relativi premi e premiazioni.

C’è ancora spazio per i ritardatari: 90 euro l’iscrizione per le due distanze, e 140 euro per la formula tandem.

© RIPRODUZIONE RISERVATA