di Rosario Palazzolo - 01 novembre 2019

10 consigli per pedalare al caldo e al sicuro in inverno

L'arrivo delle piogge e ora del freddo ci ha fatto definitivamente entrare nella stagione “invernale”. Ecco una serie di consigli per continuare ad andare in bicicletta e non farsi cogliere impreparati.

1 di 11
Foto Rosario Palazzolo
Il cambio dell'ora legale e l'arrivo della più insistente perturbazione egli ultimi mesi ci hanno fatto definitivamente entrare nella stagione “invernale”. D'ora in poi sarà molto difficile trovare giornate nelle quali il sole sarà caldo e le nostre pedalate potranno essere compiute con quella semplicità che ci regala l'estate. Tutto, dall'abbigliamento alle attrezzature della sicurezza, deve essere scelto con la massima cura, perché affrontare una lunga pedalata può trasformarsi da sereno esercizio fisico a terribile disavventura.
Provo a proporvi qualche consiglio, anche basandomi sulle esperienze estreme delle pedalate invernali sopra il circolo polare artico. Laddove un piccolo imprevisto o intoppo può diventare irreparabile.
Foto Roman Koester
Indossare capi di abbigliamento inadatti può portarti a sudare o a a patire il freddo. Quando il clima è davvero freddo, non si può solamente contare sul fato che pedalando ci si scalda. Si deve essere preparati, indossando l'abbigliamento adeguato e nel modo adeguato. Il vecchio trucco del “vestirsi a cipolla”, utile in montagna, può servire anche al ciclista. Indossa strati intimi lunghi e caldi, e abbina strati intermedi in fleece, Polartec, e gusci antivento. Preparati a togliere e reindossare ogni strato al momento giusto. Ma fai attenzione a scoprirti prima di sudare e a ricoprirti prima di avere davvero freddo. Fai attenzione ai piedi, indossando calze invernali, molto più isolanti.
Foto Mattia Cioni
Indossa abbigliamento traspirante di buona qualità, magari in lana merino, ma procurati uno strato esterno antivento, dotato di zip e fessure per la ventilazione sia frontale che sotto le ascelle e sulla schiena.
Foto Tim Wright
Pedalando su lunghi percorsi, magari in colina, ti porta a muoverti in ambienti nei quali la temperatura reale e quella percepita cambiano anche in modo significativo. Tratti al sole possono scaldarti velocemente, ma il passaggio in una valle in ombra può abbassare la temperatura anche di 10 gradi. Anticipa gli effetti del clima, spogliandoti o rivestendoti prima che tu possa essere sudato o infreddolito.
Foto Archit Dharod
Ve ne sarete accorti, il freddo si fa sentire subito sulle mani e poi ai piedi, senza contare le orecchie e il naso. Dunque non trascurate di dotarvi di un buon paio di guanti. Anche in questo caso, potrebbe valere la pena avere un guantino sottile da indossare se durante la pedalata i l clima migliora e il corpo reagisce bene scaldandosi. Per i piedi c'è chi utilizza calzari in neoprene, ma sono molto utili le calze in lana. Un trucco può essere quello di insachettare i piedi (una volta indossate delle calze sottili) dentro sacchetti di plastica e poi ricoprile con altre calze in lana. Non ignorare mai il consiglio di tenere coperte le orecchie e il collo e quando serve anche il viso, magri con una bello scaldacollo in fleece o in sottile lana. Può avere anche funzioni di scaldare l'aria che inali, quando la temperatura esterna dovesse essere davvero fredda,
Foto Luca Campioni
Pedalare d'inverno significa avere tempi molto più stretti per le nostre uscite. Dunque occorre pianificare bene il percorso, prevedere soste brevi, ma soprattutto dotarsi delle attrezzature necessarie. Le moderne luci a led sono potentissime e sono in grado di fornire sia visibilità anteriore per vedere in anticipo le insidie sulla strada, che quella posteriore, per essere visti dalle auto che ci vengono incontro. Occorre ricordare che le batterie (anche quelle al litio), non amano il freddo, dunque è bene partire con batterie sempre cariche e magari protette. Naturalmente, ricorda di indossare abbigliamento che abbia buone capacità di riflettere la luce.
Foto Wayne Bishop
Anche se continuerai ad adoperare con regolarità la tua bici, è arrivato il momento di manutenerla come se si dovesse conservarla. Ogni dettaglio del sistema di trasmissione deve essere ben lubrificato, perché le strade invernali sono più sporche e le bici raccolgono ogni genere di sporcizia. strada salati mangeranno parti di biciclette per la colazione. Inoltre, nei periodi più freddi le strade vengono spesso “salate” per ridurre il ghiaccio. Il sale accelera la ruggine delle parti metalliche che vanno trattate con lubrificanti sintetici appositi.
Foto Marc Kleen
Per le nostre automobili spendiamo un sacco di soldi per acquistare e montare le gomme invernali, con le bici, pensiamo che una gomma vada bene per ogni tempo e terreno. Scegli le gomme più adatte ai tipi di percorso che vorrai fare e assicurati che siano efficienti. Ricorda di abbassare la pressione dei pneumatici per una migliore trazione su fango o su strade bagnate.
Foto Luca Campioni
Uno degli errori più deleteri che si possono fare con il freddo è quello di non alimentarsi a sufficienza. Il freddo consuma le nostre energie in modo rapido. Dunque è necessario portare con sé barrette, e alimenti per mantenere positivo il nostro supporto calorico.
Foto Arūnas Naujokas
Fai attenzione a non portare l'acqua, le bevande energetiche o il tea, nelle normali borracce. Si può optare per moderni thermos o per borracce isolate da tessuti termici. Altro trucco può essere quello di portare una sacca di idratazione a contatto col corpo, dietro la schiena o in una tasca, sfruttando il calore corporeo per “tenerla al sicuro”.
Foto Holly Chisholm
Con il freddo è ancora più importare portare con se occhiali da sole molto protettivi, sia da acqua che da vento. Non soltanto perché in caso di neve o di strada bagnata con il sole la vista soffre, ma anche perché lunghe ore di pedalate sotto l'effetto di vento e aria fredda mettono a dura prova i nostri occhi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA