a cura della Redazione - 12 aprile 2019

La sicurezza e la sostenibilità secondo Continental

L'obiettivo di Continental è arrivare a una mobilità pulita, sostenibile, connessa e sicura. E presenta, all’interno della Milano Design Week, il suo progetto per il futuro nel format BluE, un insieme di eventi dedicati ai nuovi scenari che l’elettrificazione sta disegnando
Buone notizie per il nostro futuro. Con la sponsorizzazione del format BluE, Continental propone un interessante progetto che verte sulla sicurezza e sulla sostenibilità. Il gruppo, che investe e produce tecnologie per rendere i veicoli e le strade sicure, punta a “Vision Zero”: una mobilità a Zero vittime, Zero feriti e Zero incidenti sulla strada.
Una visione globale della strada per consentire a tutti gli utenti (pedoni, ciclisti, motociclisti, automobilisti ma anche autisti del trasporto pesante di mezzi e persone) di condividere un ecosistema complesso in sicurezza. La scelta di farlo in occasione della Milano Design Week è ideale. In una città fortemente orientata al futuro come il capoluogo lombardo, il brand - che da oltre 140 anni fa della sicurezza su strada e dell’innovazione tecnologica la propria missione – è senza dubbio un partner in grado di illustrare il futuro di una mobilità urbana pulita, sostenibile, connessa e sicura.
Il legame di Continental col mondo del ciclismo è forte. In qualità di sponsor del Giro d’Italia 2019 ha portato idealmente l’iconica Corsa rosa con uno speciale allestimento nel village BluE, in Porta Venezia. La mission è aumentare la cultura della sicurezza nel mondo delle biciclette che sempre più stanno diventando mezzi di trasporto fondamentali della sharing mobility per rendere l’aria nelle città in cui viviamo più respirabile. Altro tema molto caro è la sicurezza, che si concretizza in progetti come Vision Zero, che puntano all’obiettivo ambizioso di zero vittime, zero feriti e zero incidenti sulla strada. In questa prospettiva, il Gruppo, oltre a produrre pneumatici premium sicuri e performanti, sviluppa tecnologie e componenti elettroniche che rendono i veicoli puliti e intelligenti e le infrastrutture connesse, ha un approccio olistico per fornire soluzioni sicure di cui possano beneficiare tutti gli utenti della strada. Ed è proprio in questa ottica che ha realizzato anche la vernice per piste ciclabili Grip Line, che garantisce maggiore sicurezza stradale e il 35% in più di aderenza.
Partecipare a BluE è per noi un’occasione importante per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della mobilità del futuro, certo, ma anche per definire la strada che concretamente ci porterà a questo futuro, partendo da oggi e dalla situazione che ognuno di noi vive nel quotidiano. Abbiamo di fronte grandi cambiamenti e investiamo – come azienda - molte risorse per raggiungere l’obiettivo di una mobilità pulita, sostenibile, connessa e sicura. Su questi asset concentreremo la nostra presenza in BluE, e in particolare sul tema sicurezza abbiamo previsto un panel di iniziative che saremo lieti di presentare alla città”, ha commentato Alessandro De Martino, Amministratore Delegato di Continental Italia.
L'installazione "Safety Whhels" nel villaggio BluE, in Piazza Oberdan a Milano, richiama l'attenzione sulla sicurezza dei ciclisti con speciali installazioni che utilizzano i raggi delle bici per fornire importanti dati sulla sicurezza. Il Safety point di Continental, che ha visto ieri la presenza di Giorgia Palmas, sarà poi presente alla partenza del Giro d'Italia a Bologna l'11 maggio e alla tappa di chiusura del 2 giugno a Verona, e nella tappa del 31 maggio con partenza a Treviso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA