Cube Litening C:68X Pro

Un modello rigido e veloce con una sola priorità: correre. Cyclist l‘ha provata per voi e questo è quello che abbiamo scoperto...

1/5

Cube Litening C:68X Pro.

1 di 3

Modello Cube Litening C:68X Pro

Gruppo Shimano Ultegra Di2 Disc

Ruote Newmen Evolution SL R.32

Dotazione Cube Litening C:68X cockpit [NON SO COME TRADURLO], Cube Litening C:68X reggisella aero, sella Cube Nuance SLT Road, pneumatici Schwalbe Pro One 25 mm

Peso 7,87kg (58cm)

Prezzo 4.199 €

Contatti cube.eu

Sono tempi duri per le bici aero. Come abbiamo già visto, anche la potente Specialized Venge è caduta vittima dal costante intreccio di vari modelli, mentre ormai tutti i marchi imparano sempre di più a mettere insieme aerodinamica, leggerezza e comfort in un'unica bici - una bici che diventa sempre più veloce, ma anche più facile da vivere giorno dopo giorno.

E la tedesca Cube sta combattendo la propria personale battaglia. Lungi dallo snaturare un puro modello aero, ha preso una bici da corsa leggera e l'ha trasformata in una macchina da velocità con tubi profondi e angoli acuti. La stessa Cube riconosce che la nuova Litening C:68X Pro assomiglia più alla sua Aerium TT che al precedente modello Litening, tutto tubi sottili e profili arrotondati. Il risultato è questa nuova Litening, il 30% più veloce del vecchio design, la bici da strada più veloce che abbiano mai progettato.

Ammetto che la mia opinione su Cube è sempre stata quella di un marchio che produce bici di valore piuttosto che per alte prestazioni. Così, quando mi sono avvicinato alla Litening e sono stato in grado di valutare correttamente l'aspetto esotico del suo C:68X in carbonio e i profili estremi dei suoi tubi, devo dire che sono rimasto stupito.

Cube ha dichiarato che il telaio è il prodotto di 100 ore di studi in galleria del vento e 1.000 ore di fluidodinamica computazionale, e ci credo. Questa bici è così formosa - apparentemente spingendosi al limite in diversi punti secondo i regolamenti dell'UCI sui telai – che sembra quasi abbiano piazzato un blocco di carbonio in mezzo a una tempesta e lo abbiano fatto scolpire direttamente al vento.

La Litening è decisamente sfrontata. Se fosse una persona, avrebbe una cresta e indosserebbe guanti di pelle con le borchie. Sembra fatta per squarciare la strada, in un modo che mi fa quasi nostalgia.

Mentre la maggior parte delle bici aero moderne vengono ammorbidite, la Litening rimanda a un'epoca in cui la velocità era l'unica priorità. È rigida e veloce, e dà l'impressione di poter continuare ad accelerare ben oltre il punto in cui la maggior parte delle bici raggiungono il loro massimo.

Merito del telaio. Considerando la profondità dei tubi, Cube ha fatto un lavoro ammirevole per mantenere il profilo frontale così piccolo. Nonostante il passaggio interno dei cavi, il tubo di sterzo della Litening è elegantemente ritagliato tra i cuscinetti dello sterzo, la parte superiore dei tubi è sensibilmente schiacciata e allungata, e i foderi della forcella sono eccezionalmente sottili. Tutto il tempo dedicato a perfezionare la forma della Litening è stato sicuramente ben speso.

Fortunatamente l'aspetto estremo della Litening, che richiama le classiche bici aero, non ricrea la guida pesante e dura di quei vecchi modelli. Il peso di 7,87 kg, anche se piuttosto massiccio, è ragionevole per il prezzo, ed è reso possibile dal telaio di alta qualità. Questo è il quarto modello della gamma, ma utilizza lo stesso telaio del modello di punta.

Cube dichiara un peso del telaio di 980 g grazie all'uso di una miscela aggiornata di sei tipi di fibra di carbonio. Lo smalto aiuta a rivelare le tecniche di stratificazione di Cube, una delle quali è l'uso del carbonio spread-tow per aiutare a costruire la forcella e le giunzioni del movimento centrale e del tubo di sterzo.

Lo spread-tow è un intreccio noto per il suo alto rapporto rigidità-peso perché ha bisogno di meno resina per legarsi rispetto ad altri intrecci di fibre. Cube dichiara inoltre che il telaio è costruito utilizzando la "tecnologia twin-mould" – composto da due stampi solidi - in modo da aiutare a ridurre al minimo la quantità di resina necessaria, e diminuire il peso.

Ho trovato che la bici trasmetta una notevole quantità di feedback dalla strada, che attribuirei alla quantità di carbonio nelle aree direttamente sotto il reggisella e il cockpit. Tuttavia, direi che la guida non è stata poi così rigida come invece pensavo. Aumentare la dimensione degli pneumatici, però, sarebbe di grande aiuto.

La Litening è dotata di pneumatici da 25 mm, ormai datati, e anche se sono Schwalbe Pro One tubeless di alta qualità, mi sarebbe piaciuto fossero inclusi come standard nella versione da 28 mm.

Come accade spesso con i telai di alta gamma che hanno un prezzo aggressivo, le ruote sono l'unica specifica non all'altezza del resto dei componenti.

Il mio consiglio è sempre lo stesso: usate quello che risparmiereste rispetto a una bici equivalente di un'altra marca per investire in un upgrade delle ruote. A quel punto non vi resterà che tenervi forte, perché a bordo della Litening vi aspetta una corsa sensazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA