a cura della Redazione
- 06 November 2020

La cultura del pedalare

Le biciclette non sono fatte solo per le corse: alcuni di noi sono felici di competere solo con se stessi oppure semplicemente di vedere quanto velocemente sono in grado di pedalare. Viaggio fra le regole stabilite dall'UCI in fatto di progettazione e alla ricerca di luoghi a misura di ciclista

SFOGLIA L'ANTEPRIMA

Siamo andati al Giro d’Italia in compagnia di Ivan Basso e ci siamo messi alla ruota di Peter Sagan. Abbiamo spulciato fra le regole dell’UCI per analizzare le limitazioni imposte ai progettisti e abbiamo fatto un tuffo nel passato per rivivere i giorni di gloria di Maurice Garin al Tour de France. La cultura del viaggiare con lentezza ci ha portato nel Canavese e in Franciacorta. Ci siamo avventurati sui Pirenei francesi, sul percorso dei Campionati del mondo che dovevano svolgersi in Svizzera e fino in cima al Colle dell’Iseran. Abbiamo provato la Cervélo Caledonia-5 e la Open Min.D, e messo sotto la lente di ingrandimento la Specialized Tarmac SL7 e le imprese della ciclista di endurance Paola Gianotti a scopo benefico e per la sicurezza di chi pedala.

ACQUISTA LA RIVISTA DIGITALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA