Earth Day: Osprey lo celebra insieme a EOCA

Osprey, celebra marchio di zaini dedicati anche al ciclismo, donerà parte del suo ricavato nella Giornata Mondiale della Terra a EOCA per sostenere la protezione ambientale del pianeta.

Earth Day: Osprey lo celebra insieme a EOCA.

Domani, 22 aprile, sarà la Giornata Mondiale della Terra, manifestazione internazionale per la sostenibilità ambientale e la salvaguardia del pianeta, istituita per la prima volta nel 1970 su proposta di John McConnell, attivista per la pace interessato anche all'ecologia. Manifestazione che, ogni anno, riesce a mobilitare un miliardo di persone in tutto il mondo.

Osprey, storica azienda produttrice di zaini anche per la bicicletta, ha deciso di celebrare l'Earth Day insieme a European Outdoor Conservation Association (di cui è membro attivo dal 2013) donandole il 20% del suo ricavato totale, per sostenere ulteriormente la protezione ambientale in tutto il mondo. L'associazione finanzia i progetti di conservazione e crea una differenza tangibile per le aree selvagge, le specie e gli habitat a rischio.

Già lo scorso novembre Osprey aveva organizzato il Green Friday, raccogliendo fondi a sostegno del progetto Plastic Free: Mountain to Sea dell'EOCA, progetto che aveva lo scopo di ripulire le coste e i sentieri di montagna, attraverso la rimozione della plastica dai fiumi in Colombia e l'eliminazione dell'uso della plastica nei rifugi di montagna nelle Alpi italiane.

Per Osprey la protezione dell'ambiente e un mondo senza plastica sono tematiche e obbiettivi molto importanti. Dall’inizio del suo impegno per la sostenibilità nel 2020, quasi il 50% degli zaini è stato realizzato con tessuti approvati da bluesign, compresa la nuova serie, anche per bici, Talon&Tempest. Entro il 2023 l'intera collezione di zaini Osprey sarà priva di PFC.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Ultime novità
Ultime flash