Eroica Montalcino, mille eroici al via

Le strade bianche della Val d’Orcia stanno per colorarsi d’antico. Domenica 30 agosto sono previsti circa mille partenti con le loro divise d’epoca che torneranno così protagoniste come un tempo quando a indossarle erano i grandi campioni

1/4

Grande festa per gli amanti del ciclismo vintage. Domenica 30 agosto è in programma la quarta edizione di Eroica Montalcino con il suo patrimonio di maglie di lana e biciclette del secolo scorso che a vederle arrancare sulle salite sterrate della provincia di Siena ti viene da immaginare lo sforzo enorme dei ciclisti d’un tempo quando tutte le strade del ciclismo erano solo di questa specie.

Eroica Montalcino quest’anno, per una serie di cause, non tutte negative, propone un abbinamento particolare perché queste sono le settimane in cui in questa zona si vendemmia. E qui la vendemmia è cosa molto seria perché qui prende vita il Brunello di Montalcino, vino che ha conquistato le migliori tavole al mondo. Un motivo in più per pedalare guardandosi attorno e gustare, per adesso con gli occhi, il vino delizioso che verrà dopo un riposo attivo di ben cinque anni.

Le prime partenze della ciclostorica di domenica sono alle ore 6 del mattino; i ciclisti si predisporranno in due file e partiranno ogni 10 secondi per assicurare il distanziamento sociale che poi sarà mantenuto anche durante i ristori. Gli ultimi a partire saranno quelli della passeggiata quando a Montalcino saranno già le 9.

Il percorso più lungo EROICO sviluppa 153 chilometri ed interessa le località: Montalcino, Torrenieri, San Quirico d’Orcia, Bagno Vignoni, Pienza, Montisi, Trequanda, San Giovanni d’Asso, Buonconvento, Sant’Angelo Scalo, Sant’Angelo in Colle, Castelnuovo dell’Abate e corrisponde al Percorso Permanente di Eroica Montalcino. Saranno ben undici i tratti di strada bianca da affrontare. Il tratto più difficile sarà la salita di Castiglion del Bosco.

Il percorso medio Val d’Orcia sviluppa 96 chilometri; da Montalcino si pedala per Torrenieri, San Quirico d’Orcia, Lucignano d’Asso, Pieve a Salti, Buonconvento, Bibbiano, Castiglion del Bosco, S. Angelo in Colle, Castelnuovo dell’Abate, Montalcino. Saranno sette i tratti di strada bianca da superare; tra questi la salita di Castiglion del Bosco.

Il percorso medio Crete Senesi da Montalcino porterà i ciclisti ad attraversare Torrenieri, San Quirico d’Orcia, Lucignano d’Asso, Pieve a Salti, Buonconvento, Bibbiano, Castiglion del Bosco, Montalcino. Saranno cinque i tratti di strada bianca da mettere sotto le ruote.

Il percorso del Brunello da Montalcino raggiungerà S. Angelo in Colle e Castelnuovo dell’Abate pima di far ritorno a Montalcino dopo tre tratti di strada bianca.

La Passeggiata, per modo di dire, prevede di pedalare per 27 chilometri con un tratto di strada bianca.

Oltre ai percorsi tipici di Eroica anche i ristori saranno di quelli che fanno parlare a lungo gli appassionati. Ce ne saranno addirittura otto con bontà naturali di ogni tipo, dunque niente barrette e bevande energetiche ma spesso ribollita e vino rosso.

A Torrenieri transiteranno i ciclisti dei percorsi: 153, 96 e 70 chilometri. Qui saranno serviti: dolce, acqua e the. A Pienza il ristoro sarà utilizzato dai ciclisti impegnati nel percorso di 153 chilometri; qui saranno serviti panini con pecorino, pere, acqua e vino. Al ristoro di Montisi sarà disponibile insalata di farro, panini con prosciutto, acqua, vino dolce e frutta. A Buonconvento, epicentro dei percorsi di 153, 96 e 70 chilometri, saranno allestite ben tre postazioni; una con la ribollita, acqua e vino, una con panini con prosciutto e capocollo, acqua, vino e dolce, una postazione con frutta fresca. Nel mezzo della salita di Castiglion del Bosco, la salita più impegnativa dei percorsi di 153, 96 e 70 chilometri, ai ciclisti sarà servita macedonia e acqua.

Al ristoro di Tavernelle i ciclisti dei percorsi 153, 96 e 70 km troveranno: panino con la porchetta, frutta, dolce, acqua, vino e formaggio. Nel penultimo ristoro, a Castelnuovo dell’Abate i ciclisti dei 153, 96, 46 e 27 chilometri potranno gustare: panzanella, panini con prosciutto, dolce, frutta, acqua e vino. Al traguardo, infine, ogni partecipante potrà rifocillarsi con ribollita, acqua, vino Rosso di Montalcino e Parmigiano Reggiano, alimento perfetto per affrontare qualsiasi Eroica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA