Atlas, la prima gravel bike di Focus

Atlas, il nuovo modello gravel della tedesca Focus è la sintesi di quello che vuole essere una all-round bike, che unisce comodità e voglia di evadere alla giusta robustezza destinata all'off-road.

1/5

Atlas, la nuova gravel di Focus.

Essere una gravel non è facile, perché ogni ciclista interpreta a modo suo il gusto di pedalare off-road. Atlas, la prima vera gravel-bike di Focus nasce con un'idea ben precisa, che non è quella di vincere gare, stabilire nuovi record o battere gli avversari, ma per perdersi. Perdersi e rimanere intrappolati nella natura, senza pensieri, senza cognizione del tempo. E divertirsi.

Atlas si trova esattamente a metà strada tra il mondo delle endurance e quello del ciclocross, facendo proprio il meglio delle due specialità. Geometrie pensate per ottimizzare comodità e lunghe pedalate, con uno sterzo molto aperto (70,5°), foderi posteriori corti (425 mm), avantreno lungo (tubo orizzontale 571 mm - reach 395 mm - stack 596 mm, taglia M) e attacco manubrio di dimensioni contenute per essere più stabile.

Il telaio, leggero e robusto, come da tradizione gravel, è in alluminio con saldature a vista e forcella in carbonio, uno dei suoi punti di forza. Dimensioni equilibrate, estetica gradevole, con un ampio passaggio ruota che permette di utilizzare copertoni fino a 700×47 (compatibile anche con 650B).

Per migliorare robustezza e prestazioni delle ruote, oltre che per ottenere un passaggio ruota più abbondante, i mozzi adottano lo standard Boost, con battute di forcella e carro sovradimensionate di 110 (invece di 100 mm) sull’anteriore e 148 (invece di 142 mm) sul posteriore.

Il passaggio cavi è semi-integrato, regalando una linea più pulita ma lasciando anche molto più spazio agli pneumatici. I cavi scorrono dal manubrio direttamente nel tubo obliquo lasciando un manubrio pulito, condizione importante per chi ama viaggiare montando una borsa da manubrio.

Focus Atlas, caratteristica non sempre presente in tutte le gravel bike, è anche dotata di predisposizione per parafanghi (progettato appositamente), portapacchi e borse da viaggio (alcuni modelli vengono già forniti di serie con equipaggiamento montato) per chi ama il bikepacking. Opzionale anche il cavalletto da 18 mm con forcellino di ricambio.

1/4

Focus Atlas 6.9.

La trasmissione è Shimano GRX e può montare componentistica differente in base al modello: GRX800 1x11, GRX600 2x11 o GRX400 2x10.

Il peso, 10,5 kg, non è certo da superleggera, cosa che comunque Atlas non vuole essere.

Il prezzo parte dai 1.899,00 euro del modello base (Atlas 6.7) fino ai 3.699,00 euro del top di gamma (Atlas 6.9).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news
Ultime novità
Ultime flash