Giro d'Italia: tutti per Caruso

Incredibile azione del siciliano della Bahrain-Victorious che va in fuga nella penultima tappa del Giro d'Italia e, uno ad uno, semina tutti i diretti avversari sulla salita verso l'Alpe Motta. Bernal secondo, sempre più Rosa, grazie anche all'ottimo lavoro di Martinez.

Gli highlight della ventesima tappa del Giro d'Italia 2021.

Manca solo la crono dell'ultima giornata a sancire chi indosserà per l'ultima e vittoriosa volta la Maglia Rosa del Giro d'Italia 2021. Difficile possa essere qualcuno di diverso da Egan Bernal che, nonostante la straordinaria azione di Damiano Caruso sull'Alpe Motta, è riuscito a mantenere un distacco importante dal siciliano.

Nella ventesima tappa della Corsa Rosa, 164 km da Verbania-Valle Spluga-Alpe Motta, l'azione dell'italiano è stata devastante. Partito con la fuga insieme al compagno di squadra Pello Bilbao, è riuscito a non farsi mai raggiungere dal gruppo, ma soprattutto dai diversi avversari, Egan Bernal e Simon Yates.

Sulla salita decisiva dell'Alpe Motta, appena Bilbao ha terminato la sua azione, lo ha ringraziato e salutato con una riconoscente pacca sulla spalla, prima di lanciarsi alla rincorsa del traguardo. Unico a provare a resistergli Romain Bardet che non si è mai scollato dalla sua ruota, senza neanche cedere al cambio continuamente richiesto dall'italiano.

Alle sue spalle nel frattempo uno strepitoso Daniel Martinez ha trascinato la Maglia Rosa Egan Bernal fin quasi all'arrivo, lasciandogli l'azione solitaria a poco più di un chilometro dal traguardo, e cogliendo, nonostante tutto il lavoro svolto, la terza piazza di giornata.

Damiano Caruso è diventato irraggiungibile per chiunque, cogliendo la sua terza vittoria in carriera, mettendo quasi un minuto tra sé e il diretto inseguitore Simon Yates e rosicchiando una trentina di secondi al colombiano primo in classifica.

1/5

La fuga solitaria di Damiano Caruso alla ventesima tappa del Giro d'Italia 2021 (foto Lapresse).

"Ho pensato mille cose negli ultimi metri prima del traguardo - ha dichiarato il vincitore di tappa Damiano Caruso -. Tutti i miei sacrifici, tutto il lavoro fatto dai miei compagni di squadra. Abbiamo corso in maniera esemplare, sopratutto Pello Bilbao ha fatto un lavoro incredibile, ha avuto un ruolo fondamentale in questa vittoria. Oggi ho realizzato un sogno, credo di essere l'uomo più felice del mondo".

"Anche oggi abbiamo gestito al meglio la corsa - ha confessato la Maglia Rosa Egan Bernal, subito dopo l'arrivo -. I miei compagni hanno fatto un super lavoro, un ringraziamento particolare a Jonathan Castroviejo. Avevo buone gambe e sapevo di avere compagni di squadra intorno a me ma quando Caruso ha attaccato, con il suo vantaggio che aumentava, ammetto di aver avuto paura. Adesso sono fiducioso per l'ultima tappa, ho due minuti di vantaggio e farò la crono a tutta".

Classifica Generale

1. Egan Bernal (IGD) 85h41'47"

2. Damiano Caruso (TBV) +1'59"

3. Simon Yates (BEX) +3'23"

4. Aleksandr Vlasov (APT) +7'07"

5. Romain Bardet (DSM) +7'48"

6. Daniel Martinez (IGD) +7'56"

7. Hugh John Carthy (EFN) +8'22''

8. Joao Almeida (DQT) +8'50"

9. Tobias Foss (TJV) +12'39"

10. Dan Martin (ISN) +13'55"

© RIPRODUZIONE RISERVATA