di Dario Marchini
07 February 2022

Egan Bernal torna a casa dopo l'incidente

Continueranno da casa le cure per la completa riabilitazione di Egan Bernal per vederlo sfrecciare il prima possibile sulle strade di Giro e Tour.

Egan Bernal in piedi tra i medici della Clínica Universidad de La Sabana che lo hanno assistito (foto Facebook Egan Bernal).

Dopo cinque interventi chirurgici e due settimane di degenza in una Clinica Universitaria a Bogotà, nella quale è stato ricoverato a causa dell'incidente avvenuto il 24 gennaio scorso durante un allenamento in Colombia, Egan Bernal lascia definitivamente l'ospedale. Già nei giorni scorsi il colombiano della Ineos Grenadiers aveva abbandonato la terapia intensiva per proseguire le cure nel normale reparto di degenza.

Bernal è uscito su una sedia a rotelle ma prima ha voluto ringraziare i medici che lo hanno assistito posando in alcune foto ricordo insieme loro reggendosi tranquillamente in piedi.

"Dopo aver risposto molto bene alle terapie cui è stato sottoposto - hanno spiegato i sanitari - Bernal ora può iniziare il vero e proprio cammino di riabilitazione. Tutte le ferite e i danni subiti sono stabili e in via di guarigione e attualmente la sua situazione non presenta complicazioni, per questo abbiamo deciso di dimetterlo. Continueremo a monitorare la situazione da vicino, anche perché Bernal continuerà il suo processo di riabilitazione nella nostra struttura, ma lo farà in regime ambulatoriale".

Nell'incidente Bernal era andato a sbattere a circa 65 chilometri orari contro un bus in fermata, riportando la frattura di alcune vertebre cervicali, la rottura del femore destro, della rotula destra e delle costole, del pollice, un dente caduto e subendo un trauma toracico e la perforazione a entrambi i polmoni.

Nei giorni scorsi era stato lo stesso Bernal, attraverso i social, ad aggiornare i propri tifosi e gli appassionati di ciclismo sull'evolversi della sua situazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA