di Fulvia Camisa - 15 June 2018

Sua maestà il Monte Bianco

Tre percorsi disegnati nello splendido contesto paesaggistico della Valle d'Aosta. L’appuntamento è a Courmayeur il 24 giugno, lungo 116, 88 o 45 km
Sua maestà il Monte Bianco

Immagini Sportograf, Antonio Furingo, Courmayeur Mont Blanc

Il Monte Bianco è servito, domenica 24 giugno. Segnatevi questa data e dirigetevi a Courmayeur. La MontBlanc Granfondo, inserita nel circuito FollowYourPassion è da non perdere.
Anzitutto è la sesta edizione, e mette sul piatto un percorso lungo che si arricchisce del Col d’Introd, che porterà gli appassionati alla nuova salita da Saint-Pierre a Saint Nicolas, con vista su paesaggi mozzafiato. Un’altra notizia sicuramente molto gradita ai cicloamatori che si schiereranno ai nastri di partenza riguarda la conferma del passaggio da La Thuile, che non era stato possibile effettuare lo scorso anno.
Il percorso lungo, di 116 km, mantiene un profilo da tappa alpina in grado di entusiasmare gli appassionati più allenati. E l’ascensione al Col San Carlo rappresenta il pezzo forte, coi suoi 1.000 metri di dislivello che si srotolano in poco più di 10 chilometri. Il tracciato medio, che misura 88 km, prevede la novità come nel lungo: Col d’Introd e nuova scalata da Saint-Pierre (posto a 690 m) a Saint Nicolas (a 1.210 m). Mentre il corto di 45 chilometri, introdotto con successo nella scorsa stagione granfondistica, è disegnato per consentire ai meno preparati atleticamente di godersi in sella alla propria bici questo angolo di Valle d'Aosta.
Il comune denominatore è lo straordinario scenario dei ghiacciai eterni del Monte Bianco, il tutto impreziosito da importanti collaborazioni. Come per esempio con QC Terme, che gestirà il primo ristoro (i ciclisti verranno serviti da camerieri in livrea, per un buffet gourmand inconsueto) e il rifornimento all’arrivo.

Nel cuore di Courmayeur

“È l’unica granfondo estiva che ha sempre la montagna innevata come testimonial”, ci dice lo storico organizzatore che oggi collabora con il team di FollowYourPassion, il circuito di eventi endurance di cui la gara è entrata a far parte, Alberto Laurora. “Abbiamo il Monte Bianco che ci lasciamo alle spalle a un certo punto. E poi, appena si fa il giro di boa e si ritorna, abbiamo per chilometri e chilometri questo massiccio bianco, candido e innevato che sovrasta la manifestazione”.
La partenza e l’arrivo sono collocati nel cuore di Courmayeur, in Piazza Abbé Henry - Piazza della Chiesa. “Ci tengo a dire che abbiamo i migliori cicloamatori italiani, che da anni si distinguono per etica e capacità”, aggiunge Laurora. “Inoltre, stiamo lavorando per dare vita a eventi tematici presso il Maserati Mountain Lounge, il centro polifunzionale nel cuore di Courmayer dotato delle migliori tecnologie e nel quale faremo anche il briefing pre-gara aperto a tutti. Altre attività come gli accrediti, il pasta party e le attività espositive si tengono invece al Courmayeur Forum Sport Center, la struttura multisportiva ai piedi del Monte Bianco”.
La valorizzazione del territorio e di tutte le sue tipicità: bellezza del paesaggio, cultura, enogastronomia e sport. “Abbiamo tutto il mondo che ruota attorno alla neve che c’è molto vicino: Federica Brignone è la madrina della manifestazione e negli anni abbiamo potuto contare sulla presenza di alcuni discesisti campioni del mondo. Ora non posso fare i nomi perché dipenderà dai loro impegni agonistici”. Grande attenzione anche ai bimbi. Nel borgo del Verrand, la mattina di sabato 23 giugno, si terrà il KIA Kids Bike Event, coi maestri di mountain bike della Federciclismo impegnati in attività e giochi per avvicinare i più piccoli al mondo delle due ruote. L'evento è gratuito: basta avere il casco, ed è possibile trovare sul posto le bici da provare.
Il messaggio è chiaro: offrire un prodotto di altissimo livello sportivo e ciclistico, con la possibilità di scoprire le celebri attrattive locali.Come l’impianto di risalita SkyWay Monte Bianco, autentica meraviglia tecnologica e ingegneristica, che regala l'incredibile vista sulle vette del Monte Cervino e del Monte Rosa.

Sua maestà il Monte Bianco
© RIPRODUZIONE RISERVATA