di Andrea Guerra - 30 June 2018

Maratona Dles Dolomites, 9000 ciclisti alla conquista delle montagne

Domenica si pedala per la 32esima edizione di una delle granfondo più iconiche al mondo, la Maratona Dles Dolomites. Decine i volti noti del ciclismo e dello sport in sella tra i 7 passi dolomitici
  • Salva
  • Condividi
  • 1/11

    I 9mila fortunati che domenica prenderanno parte alla 32esima edizione della Maratona Dles Dolomites potranno pedalare al fianco di due leggende del ciclismo. Dopo sir Bradley Wiggins, che ha preso parte alla regine delle granfondo italiane nel 2017, sulla linea di partenza di La Villa saranno schierati quest’anno due monumenti del calibro di Miguel Indurain e Eddy Merckx. In totale 10 Tour de France e 7 Giri d’Italia. Insieme a loro saranno pronti per affrontare la corsa anche Elia Viviani, fresco di 4 vittorie di tappa al Giro 101, e molti altri volti noti dello sport quali Alessandro Zanardi, Davide Cassani, Paolo Bettini, Manfred e Manuela Mölgg, Dorothea Wierer, Lisa Vitozzi, Dominik Windisch, Federico Pellegrino, Christof Innerhofer, Antonio Rossi, Yuri Chechi. E poi tanti vip: David Brailsford (Team Sky), Francesco Starace (Enel), Matteo Marzotto, Alberto Sorbini (Enervit), Fausto Pinarello (Pinarello), Laura Colnaghi Calissoni (Carvico), Matteo Arcese (Arcese), Emilio Mussini (Panaria Group), Giovanni Bruno (Sky), Linus, Paolo Kessisoglu, Roberto Sgalla, Pier Bergonzi e Renato Di Rocco, presidente della Fci.

    Maratona Dles Dolomites

    Si pedala tra i 7 passi dolomitici che hanno fatto la storia del ciclismo

    In tutto ci saranno oltre 9mila dorsali che saranno cuciti sulle spalle dei ciclisti che provengono da oltre 60 nazioni e selezionati tra le 32.400 richieste di adesione. I percorsi sono quelli “classici”: si scalano i sette passi dolomitici che hanno fatto da sfondo alle più mitiche imprese del ciclismo moderno e contemporanea, Pordoi, Sella, Campolongo, Falzarego, Gardena, Valparola, Giau. I partecipanti potranno scegliere tra tre tracciati: il Medio, 3.130 metri di dislivello per 106 km, il difficilissimo Lungo, 4.230 metri di salite per un totale di 138 km, e il Sella Ronda, quasi 60 km con circa 2mila metri di ascese. La gara parte alle ore 6.30 da La Villa e termina a Corvara e si snoda attraverso uno dei territori naturali più belli al mondo, entrato a far parte del Patrimonio dell’Umanità già da diversi anni. Tutta la Maratona è in diretta televisiva su Raitre dalle 6.15 alle 12 ed è come sempre garantita la chiusura al traffico dei passi dolomitici durante lo svolgimento della gara.
    Tra le novità di spicco dell’edizione 2018 c’è sicuramente da segnalare la presenza dei Green Angel, i “meccanici sostenibili”. “Si tratta di meccanici in bici elettrica che la domenica sul percorso di gara affiancheranno i ciclisti bisognosi di aiuto meccanico. Grazie a Pinarello, che fornisce le nuove bici da strada elettriche Pinarello Nitro e a Pirelli che mette a disposizione i meccanici, vogliamo dare un segnale sempre più netto nei confronti della sostenibilità della gara in particolare e delle strade dolomitiche in generale. Le bici elettriche rappresentano il futuro della mobilità pulita non solo in città, ma anche in montagna”, spiegano gli organizzatori.

    Maratona Dles Dolomites
    © RIPRODUZIONE RISERVATA