Oakley Plazma, il piacere della normalità

Non tutti i ciclisti amano occhiali di dimensioni maxi quando pedalano. I nuovi Plazma incorporano tutta la tecnologia di Oakley in una montatura resistente e più leggera.

Dato che i professionisti sono pagati per indossare determinati marchi, si dovrebbe sempre usare il buon senso nel valutare le loro affermazioni riguardo agli accessori. Tuttavia, la fedeltà di Geraint Thomas ai suoi famosi Oakley va ben oltre qualsiasi operazione di marketing.
Ogni volta che perde uno dei suoi bianchi Racing Jacket in qualche caduta, ne salta fuori un nuovo paio, anche se ormai sono fuori produzione. La coppia ciclista-occhiale in questo caso è talmente affiatata che si avverte qualcosa di stonato nel vederlo costretto a sfoggiare, anche se per breve tempo, un modello diverso.

Gli occhiali da sole Plazma Oakley raccolgono l’eredità dei Racing Jacket con un design che richiama quello del modello preferito da Thomas e continuano a difendere la buona causa degli occhiali da sole di dimensioni normali per i ciclisti. Incorporano tutta la tecnologia presente nel resto della gamma del marchio, con una montatura leggera ma resistente e i terminali e il nasello in Unobtanium per la massima aderenza.
Vantano anche la tecnologia Oakley HDO (ottica ad alta definizione), con lenti fotocromatiche che si adattano alle variazioni di luce, perfette per le uscite di ciclismo dove i cambiamenti di luminosità dovuti al meteo o all’imprevedibilità dei percorsi sono all’ordine del giorno.

Plazma Oakley sono disponibili a partire da 156 euro su oakley.com.

© RIPRODUZIONE RISERVATA