di James Spender - 03 luglio 2019

Passoni Fidia

Una bici davvero squisita a un prezzo sbalorditivo. La prova, la scheda tecnica e le foto

1/6

1 di 5

La Passoni Fidia è una sfida da testare, non avendo modelli di riferimento o dati statistici di prova – non esiste una guida su cosa dovrebbe essere in grado di fare una bici che si colloca in una fascia di prezzo

superiore ai 20.000 euro.
Corrompe lo spirito semplice e democratico insito in una bicicletta, mettendo lo stile davanti alla sostanza e il desiderio davanti all’accessibilità. Eppure è impossibile condannarla perché, al suo interno,
la Fidia è una bici brillante che ti cattura in modo travolgente. Semplicemente, non con metri
di paragone comuni.

Passoni ha debuttato con la sua prima bicicletta nel 1989 e, col passare degli anni, si è stabilito ai piani qualitativi più alti delle biciclette su misura. Bisogna probabilmente constatare che, per la maggior parte dei ciclisti, Passoni rappresenta la bici che si acquista quando sono state provate tutte le altre. Anche a voler risparmiare sulla componentistica, è difficile che una Passoni costi meno di 9.000 euro (il modello di accesso al titanio, la Prima, ha un prezzo di 9.000 euro, assemblata con Campagnolo Record meccanico e Shamal Mille).

La Fidia costa 6.800 euro per avere telaio, forcella e serie sterzo su misura, ma non solo non è il telaio più costoso prodotto da Passoni (il modello più costoso si chiama XXTi Disc ed è proposto a un prezzo di 8.665 euro per telaio, forcella, serie sterzo e reggisella), non è neppure il componente più prezioso, visto che il set di ruote Gokiso Super Climber ha un valore pari a 10.000 euro. Per questo prezzo avrete bloccaggi in titanio e una ruota così opulenta da far sembrare il vostro letto un semplice materassino. Come diavolo è possibile? Giusto tre parole: carbonio, titanio, Gokiso.

Il telaio della Fidia è realizzato con quello che Passoni definisce carbo-titanio, cioè filamenti di titanio intrecciati con fibre di carbonio. Non è una novità, ma ciò significa che almeno è già stato testato. Il produttore italiano di macchine sportive Pagani ha realizzato alcune parti della sua supercar Zonda Cinque con un materiale simile, definito “carbotanium”.

Funziona come il cemento armato”, dice Danilo Colombo di Passoni. “Aumenta la rigidità del tubo, la resistenza agli urti e smorza le vibrazioni della strada. Ogni telaio contiene il 5% di titanio”.

Ovviamente è molto più leggero del cemento armato, anche se la Fidia non è un peso piuma. Colombo afferma che un telaio da 54 cm pesa intorno ai 1.100 grammi e che, pur se Passoni avrebbe potuto realizzare una Fidia più leggera utilizzando solo il carbonio, diversi test hanno dimostrato che il carbo-titanio le conferisce una resistenza e una qualità di guida superiori.

La stessa cosa vale per le ruote. Per il loro costo, ci saremmo potuti aspettare delle ruote più leggere di 1.590 grammi, soprattutto perché sono tubolari e di solito pesano meno della versione copertoncino. Tuttavia, come accaduto per il telaio, la scelta è stata obbligata.

Non ci sono metri di paragone per descriverla, nessun risultato da laboratorio che io possa citare. La sensazione di guida deve essere vissuta, per poter essere compresa appieno. Ha a che fare con una combinazione di velocità abbinata a scorrevolezza e facilità di guida, di rigidità in grado di assorbire la potenza erogata dal ciclista e necessaria flessibilità.

Posso solo descriverla meglio paragonandola a quando si indossano per la prima volta calzini di cotone nuovi di zecca. È una miscela perfetta tra rigida tensione e morbida sensazione, nella loro forma più semplice.

Se vi sembra una sciocchezza, lasciate perdere. Se – e ripeto se – riuscite a trovare una Fidia, provatela voi stessi per rendervene conto (potreste dover lasciare figli e chiavi di casa come pegno). È ciò che rende questa bici fantastica nel vero senso della parola. Ci sono, però, due avvertimenti.

Primo, la Fidia non vi farà esultare se state cercando una bici super veloce, un’agile scalatrice o una discesista da far strabuzzare gli occhi. Continua...

La prova completa è stata pubblicata su Cyclist - Giugno 2018

Modello Passoni Fidia

Gruppo Campagnolo Super Record EPS

Ruote Gokiso Super Climber Tubular Passoni Edition

Dotazione manubrio Cinelli Neo Morphe, attacco Cinelli Neos, reggisella Passoni Titanium, sella Selle Italia SLR Tekno, pneumatici Vittoria Corsa G+ Tubular 25 mm

Peso 7,71 kg

Prezzo 22.650 euro
Contatti passoni.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA