Quali altri sport possono aiutare il ciclista?

Assicurati una forma fisica a tutto tondo e correggi gli squilibri muscolari praticando anche altre nuove discipline oltre al ciclismo.

Sono sempre stato un grande sostenitore del cross training o dell’uso di diverse attività fisiche per migliorare le prestazioni nel tuo sport numero uno.

Alcuni potrebbero domandarsi: “Se voglio essere un ciclista migliore, non devo semplicemente pedalare di più?”.

Diciamo che, a meno che il tuo sostentamento non dipenda dall’andare in bicicletta e dalle gare, è importante guardare le cose da un punto di vista più ampio. 


Se tutto quello che fai è andare in bicicletta, alleni solo i muscoli e sviluppi le abilità necessarie a pedalare, il che crea squilibri altrove. 
Se insisti ad andare solo in bicicletta, cerca di essere creativo e cimentati in diversi tipi di guida. Per esempio, la mountain bike e la bici gravel sviluppano abilità di utilizzo della bicicletta che non si ottengono con la guida su strada. Inoltre, dopo una giornata sui sentieri scoprirai di avere dei muscoli doloranti in posti dove non sapevi nemmeno di avere dei muscoli. Se poi aggiungi qualche borsa alla tua bici, come gli ultimi kit per il bikepacking, sarai in grado di sviluppare un po’ di forza grazie al peso aggiuntivo. 


Se ti piace variare, sappi che ci sono anche un paio di altri sport che possono aiutarti a migliorare la forma aerobica, ovvero il nuoto e la corsa.

Il nuoto si concentra sulla parte superiore del corpo e, poiché è a basso impatto, è perfetto da praticarsi in un giorno di recupero dopo un’uscita impegnativa. Detto questo, il nuoto può essere una tortura se non si ha un certo livello di abilità e confidenza con l’acqua, quindi la corsa è un’altra valida opzione. 


La corsa è a tutti più familiare e può essere un ottimo complemento al ciclismo, soprattutto se sei un corridore di ciclocross in inverno (o vorresti esserlo). Fa lavorare muscoli diversi da quelli utilizzati in bici e quindi ti aiuterà ad appianare eventuali squilibri. Tuttavia è uno sport ad alto impatto e comporta un rischio d’infortunio maggiore, soprattutto nella parte inferiore della gamba. Di fatto potrebbe non essere un’opzione per alcuni, specialmente per i ciclisti più anziani. 


Il nuoto e la corsa creano entrambi un movimento in avanti; quindi, stimolano poco quei muscoli che ci aiutano a muoverci lateralmente e in rotazione? Se cerchi il movimento laterale, calcio, tennis, squash e badminton sono buone alternative. Come per la corsa, ci può essere un rischio di infortuni leggermente più alto, quindi inizia gradualmente (un giorno alla settimana) e aumenta la frequenza man mano che il tuo corpo si adatta. 


Per le attività con rotazione devi essere ancora più creativo, e sto pensando al kayak o allo stand up paddle boarding. Queste attività richiedono attrezzature (anche se puoi provarle in centri specializzati) e l’apprendimento di alcune nuove abilità, ma possono essere molto gratificanti e ti porteranno in luoghi dove non sei mai stato. Non sono sport aerobici, ma farai già abbastanza allenamento di questo tipo in bicicletta. 


Infine, c’è l’allenamento della forza. So che tecnicamente non è uno sport, ma è comunque qualcosa che raccomando tutto l’anno.

Quello che è uno sport, però, è il CrossFit. Puoi trovare palestre di CrossFit in quasi tutte le città e questi allenamenti aiutano a sviluppare forza, potenza, esplosività, coordinazione e molto altro. Se hai una vena competitiva ti piacerà, e oltre a costruire un po’ di muscoli probabilmente ti libererai di un po’ di grasso corporeo. 


Tutte queste opzioni hanno benefici che vanno al di là del semplice ciclismo, e quando arrivi ai quaranta, cinquanta e oltre, potresti scoprire che una o tutte queste opzioni ti aiuteranno a continuare a pedalare ad alto livello. Ricorda che siamo prima esseri umani e poi atleti, quindi divertiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA