Ritrovate in Romania le bici d'oro rubate agli azzurri ai mondiali di ciclismo

La Polizia Rumena ha recuperato le 22 bici sottratte agli azzurri della pista la scorsa settimana dopo i Campionati del Mondo di Roubaix.

Era inevitabile che succedesse. Troppo ingombranti e troppo scalpore aveva generato il furto delle 22 biciclette di velocisti e inseguitori (tra le quali anche le bici d'orate campioni del mondo) del Team Azzurro della pista lo scorso 23 ottobre a Roubaix. Un valore complessivo di poco meno di un milione di euro. Ma, come ribadito anche dal capitano azzurro Filippo Ganna, era più il valore "affettivo" per i grandi risultati raggiunti in sella a quelle bici a contare.

Il furgone contente le biciclette era era stato scassinato e trafugato la notte prima che gli azzurri rientrassero in Italia dopo i fasti e le vittorie al velodromo di Roubaix. La Polizia di Vrancea, in Romania, ha però colto in flagranza di reato i responsabili dell'azione, mentre stavano cercando di rivenderne alcune. Indagate 20 persone. Le bici rientreranno in Italia oggi in coordinamento con la Polizia Italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA