a cura della Redazione - 11 marzo 2019

Strade Bianche, che spettacolo la classica dello sterrato

Il francese Julian Alaphilippe (Deceuninck - Quick-Step) era il favorito alla vigilia e ha rispettato i pronostici. Si è aggiudicato la tredicesima edizione della Strade Bianche NamedSport, la spettacolare gara toscana di 184 km
1/17 Una carrellata di splendide immagini dall'edizione 2019 delle Strade Bianche: dall'entroterra senese fino all'arrivo in Piazza del Campo. Foto POCI'S 

Julian Alaphilippe (Deceuninck - Quick-Step) era il favorito alla vigilia e ha rispettato i pronostici aggiudicandosi la tredicesima edizione della Strade Bianche NamedSport, la spettacolare gara toscana di 184 km - inserita nel calendario UCI World Tour - che si è corsa sabato da Siena (Fortezza Medicea) a Siena (Piazza del Campo). Il 26enne (il primo francese nella storia ad aggiudicarsi questa competizione) ha corso in modo magistrale, e il suo attacco sull’ultimo strappo ha messo fuori gioco Jakob Fuglsang (Astana Pro Team), che ha tagliato il traguardo a 2", e Wout Van Aert (Team Jumbo - Visma) in ritardo di 27". Non perdetevi la galleria fotografica a firma Poci's.
Vincenzo Nibali ha concluso la prova dopo 9 minuti. È andata meglio per gli atleti italiani nella prova al femminile, con la campionessa d’Europa Marta Bastianelli che ha chiuso in quarta posizione. Successo per distacco infatti della 36enne olandese Annemiek Van Vleuten nella quinta edizione della prova per le cicliste. La Van Vleuten, iridata della crono e regina del Giro rosa in carica, ha trionfato in Piazza del Campo dopo quasi 3 ore e 50’ di gara. Alle sue spalle, la danese Langvad e la polacca Niewiadoma.
La sfida fra le Crete Senesi ha anche una declinazione amatoriale, con la granfondo che si è tenuta il giorno dopo (domenica) e che ogni anno sancisce in modo sempre più marcato il legame col mondo dei professionisti. Al via c’erano infatti numerosi volti noti. Per il Team Sky per esempio c’erano i corridori Gianni Moscon e Leonardo Basso, insiema al Team Principal Dave Brailsford e al Direttore Sportivo Dario David Cioni. Fra gli ex corridori hanno risposto all’appello Filippo Pozzato, Paolo Bettini, Luca Paolini, Andrea Tafi, Johan Museuuw, Massimiliano Lelli e Ignazio Moser.

© RIPRODUZIONE RISERVATA