15 marzo 2019

La Corsa dei Due Mari cerca il suo re

Alla vigilia della Tirreno-Adriatico ci si chiedeva chi fra Geraint Thomas, Tom Dumoulin, Vincenzo Nibali, Primoz Roglic e Julian Alaphilippe sarebbe stato incoronato re martedì 19 marzo. Intanto non ci sono dubbi, Julian Alaphilippe è in grande forma
1/25 Le immagini delle prime due tappe della Tirreno-Adriatico 2019. Foto POCI'S
Julian Alaphilippe è in grande forma. A pochi giorni dal successo toscano alle Strade Bianche (qui trovate articolo e fotogallery), il francese ha vinto la seconda tappa (mercoledì 14) della Tirreno-Adriatico NamedSport, da Camaiore a Pomarance per 195 km. Un finale di tappa segnato da una salita ostica e col corridore della Deceuninck - Quick-Step che ha preceduto Greg Van Avermaet (CCC Team) e Alberto Bettiol (EF Education First).
Il podio della generale vede ora Adam Yates (Mitchelton - Scott) in maglia azzurra, con Brent Bookwalter (Mitchelton - Scott) s.t. e Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma)a a 7".

Due giornate che hanno tenuto col fiato sospeso, e non solo per questioni sportive (CLICCA QUI). Nella cronosquadre di apertura, a Lido di Camaiore, la Mitchelton-Scott ha battuto il Team Jumbo-Visma. E così Hepburn, il primo a tagliare il traguardo, ha vestito la prima maglia di leader disponibile.
Non perdetevi la gallery firmata Poci’s.

Alaphilippe si è espresso così prima della cronosquadre: "Questa è la mia prima partecipazione alla Tirreno-Adriatico. Sono davvero felice di essere al via. Dopo la vittoria alle Strade Bianche so di essere in buona forma. La cronosquadre sarà molto importante, siamo qui per provare a vincere alcune tappe con Elia Viviani e con me ".
© RIPRODUZIONE RISERVATA