di Rosario Palazzolo - 08 marzo 2019

Tirreno Adriatico si torna al classico con muri e tappe durissime.

Tirreno-Adriatico NamedSport numero 54. La gara in programma dal 13 al 19 marzo e organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport è stata presentata. Il percorso leggermente diverso da quelli degli ultimi anni torna verso le gare costellate di muri, presenti lungo tutto il percorso con pendenze a volte anche oltre il 18%. Dunque è più aperta la corsa alla vittoria finale che vede protagonisti atleti di varie specialità.
Restano invariate la cronosquadre di apertura e la individuale di chiusura, oltre a due tappe dedicate ai velocisti. Al via 161 corridori in rappresentanza di 23 squadre. Dal vincitore del Tour Geraint Thomas, Vincenzo Nibali, Tom Dumoulin, Thibaut Pinot, Primoz Roglic, Mikel Landa e Adam Yates. E poi Peter Sagan, Greg Van Avermaet, Julian Alaphilippe, Tim Wellens, Tiesj Benoot e Rohan Dennis, oltre ai velocisti Elia Viviani, Fernando Gaviria, Giacomo Nizzolo e Nacer Bouhanni.