Van der Poel Maglia Gialla nel segno di nonno Poulidor

"Ho pensato a mio nonno". Questa la forza che ha permesso a Mathieu Van der Poel di diventare imprendibile per chiunque nella seconda tappa del Tour de France e di conquistare la Maglia Gialla.

Mathieu Van der Poel vince la tappa e conquista la Maglia Gialla, alzando il dito verso il cielo e dedicando la vittoria al nonno Raymond Poulidor.

Lo aveva promesso alla vigilia del Tour de France e non ci ha messo molto a mantenere la sua parola. Mathieu Van der Poel ha strappato la Maglia Gialla a Julian Alaphilippe dedicando la vittoria al nonno Raymond Poulidor, scomparso due anni fa.

"Ho partecipato a svariate edizioni del Tour de France - aveva dichiarato Raymond Poulidor, l'eterno secondo del ciclismo francese, qualche mese prima di morire -. Per otto volte sono arrivato sul podio di Parigi, ho vinto tappe ma mai ho provato la sensazione unica di indossare la maglia gialla. Mai, nemmeno per un giorno. Me ne rammarico, certo, ma so che ciò che non sono riuscito a fare io, un giorno riuscirà a mio nipote Mathieu". E così è stato.

Incredibile la doppia azione dell'olandese, campione del mondo di ciclocross, sul Mur de Bretagne che con un attacco potente è andato a prendersi i secondi di abbuono del traguardo volante. Ma non contento, dopo dieci chilometri si è ripetuto per riuscire a prendersi anche Maglia Gialla e tappa.

Prima è rimasto nelle retrovie, ma non appena Sonny Corbelli ha provato l'allungo verso il traguardo Van der Poel è partito subito a ruota e nei 700 metri che lo separavano dalla vittoria è scattato facendo il vuoto dietro di sé. Nulla hanno potuto neanche Tadej Pogacar (secondo) e Primoz Roglic (terzo). Game. Set. Match.

Raymond Poulidor (a destra) è stato un ciclista professionista francese dal 1960 al 1977. Ha vinto una Vuelta a España, sette tappe al Tour de France, una Milano-Sanremo e una Freccia Vallone. È noto in tutto il mondo come "L'Eterno Secondo" per i suoi numerosi piazzamenti, ma scarse vittorie.

“Non ho parole, non so cosa dire - ha dichiarato Van der Poel in lacrime dopo la gara - . Volevo fortemente questa vittoria, ho dato tutto il possibile. Sul primo passaggio ho voluto guadagnare i secondi di abbuono. Ieri avevo perso l’occasione di vestire la maglia gialla e volevo rimediare”.

Mathieu Van der Poel è alla prima partecipazione al Tour de France ma si propone come uno dei possibili protagonisti e vincitori della Grande Boucle, nonostante l'obiettivo dichiarato delle prossime Olimpiadi di Tokyo in cui cercherà di conquistare la medaglia d'oro nella mountain bike.

© RIPRODUZIONE RISERVATA