Virgin Active Revolution, il miglior fitness dove e quando vuoi tu

Grazie a Revolution, Virgin Active estende il suo club offrendo a chiunque la possibilità di allenarsi con i suoi 'live trainer'. Oltre 400 workout, con una formula di abbonamento personalizzata. E se sei un trainer, hai l'occasione di entrare a far parte della famiglia! Scopri di più...

1/4

1 di 2

La ricerca continua di Virgin Active sta riscrivendo il modo di fruire l’allenamento e aprendo nuovi scenari grazie alle tecnologie digitali applicate al fitness. Ma è durante il lockdown che è parsa subito chiara la rivoluzione di un brand che metteva a disposizione l’estensione digitale dei suoi club. E la community del fitness, compreso i numerosi nuovi adepti strappati all’ozio, ne ha premiato l’expertise e la competenza, realizzando più di 12 milioni di interazioni con i workout Revolution sui suoi canali social. A dimostrazione del desiderio e della esigenza di benessere che attraversa in lungo e in largo il nostro Paese.

Virgin Active ha deciso quindi di estendere l’esperienza digitale di Revolution a tutti, attraverso abbonamenti studiati anche per chi non è socio dei Club fisici, che danno libero accesso a una library di workout fra i più efficaci ed emozionanti al mondo.

Ad oggi infatti l‘app MyVirginActive ospita più di 400 workout divisi per disciplina, a cui si aggiungono, ogni settimana, 70 nuove sessioni in diretta. In questo modo Revolution raggiunge chiunque lo desideri, ovunque si trovi, con sette categorie di allenamento: Cycle, Running, Grid Training, Recovery, Strength, Yoga e Pilates, tutti disponibili in cinque lingue: italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo.

Lanciato per la prima volta in Italia, Revolution è, ad oggi, l’offerta che meglio rappresenta la fruizione anytimeanywhere della training experience che rende speciale Virgin Active. Per questo, lo studio di registrazione Revolution di via Durini a Milano non chiude mai. Regia, produzione, luci, fotografia, e soprattutto i migliori Live Trainer che con il loro carisma rendono l’esperienza di allenamento unica, assicurando tecnica, performance e qualità dei workout, sempre unita alla sfera emozionale che comprende aspetti motivazionali, ritmo e musica.

Oggi, con 38 club in tutta Italia, Revolution e una multidisciplinarietà nel DNA, Virgin Active si avvia a diventare una Netflix del fitness, leader nel suo settore grazie anche al costante dialogo con i suoi appassionati e all’incessante ricerca dell’innovazione, con il risultato di una sempre maggiore personalizzazione delle offerte.

Virgin Active Revolution sta cercando te!

1/2

Se anche tu vuoi diventare un live trainer Revolution, scrivi una mail a revolutionlivetrainer@virginactive.it: sarai ricontattato e riceverai un link per accedere al sito virginactive.it, completare la fase di candidatura ed inviare un breve video di presentazione.

Dopo questa prima fase, Virgin Active ti contatterà per una audition.

Ilario Volpe, Training Experience director di Virgin Active e "papà" di Revolution

Ad Ilario Volpe, Training Experience director di Virgin Active e "papà" di Revolution, abbiamo chiesto di raccontarci nel dettaglio il progetto, dalla nascita alla sua evoluzione, sino all'opportunità professionale per giovani 'live trainer'...

Come nasce l’idea di Revolution?

Revolution è l’offerta digitale di Virgin Active, quindi diversa dall’allenamento fisico presso il club. Virgin Active si era già mossa per arricchire i propri corsi su app e da remoto e il periodo di lockdown non ha fatto altro che velocizzare e amplificare la fruizione di questo tipo di workout e delle discipline proposte. Revolution nasce tre anni fa come studio televisivo nel cuore di Milano dove fisicamente si trova lo studio di registrazione con regia, telecamere, direttore della fotografia, sceneggiatore che abbiamo sempre utilizzato per creare i contenuti per l’allenamento digitale della app MyVirginActive.

Quali sono i vantaggi e i punti di forza di questo nuovo format di allenamento?

Revolution rappresenta un modo nuovo di fare fitness che incarna perfettamente lo slogan “Anytime, Anywhere” (in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo): puoi infatti decidere di seguire le lezioni in diverse modalità, in diretta streaming da casa, dal parco o dalla spiaggia, oppure on demand quando ne hai l’opportunità utilizzando lo smartphone o lo schermo di casa o ancora live presso lo studio di registrazione come pubblico partecipante. Nonostante la mancanza della presenza fisica, chi prende parte alle classi Revolution, deve sempre avere la sensazione di essere all’interno di una sala del club e sentirsi coinvolto: per arrivare a questo, il ruolo del live trainer è fondamentale ben oltre la capacità tecnica di un classico trainer Virgin Active a cui si somma lo studio dettagliato della regia con l’inquadratura giusta per evidenziare un particolare gesto atletico, i giochi di luce e le grafiche di background.

Come nascono le lezioni Revolution? Tempi e ritmi sono gli stessi di un corso live o ci sono delle differenza?

Le classi di Revolution rappresentano una esperienza totalmente diversa rispetto a quella del club e anche la proposta dell’allenamento è differente: tutto viene studiato a priori nei minimi dettagli, proprio come succede per una trasmissione televisiva con tempi, luci, inquadrature e copione ben precisi in modo che ogni dettaglio risulti perfetto. Prima di tutto l’esperienza Revolution viene studiata dal punto di vista tecnico: tutti i contenuti fitness, i gesti atletici... devono essere inquadrati e comunicati dal live trainer in modo impeccabile vista l’impossibilità di avere fisicamente presenti le persone che si allenano. A seguire si lavora sulla parte “acting” cioè sul ruolo del trainer - ribattezzato “live trainer” - che dovrà anche essere capace di coinvolgere i partecipanti, sia nel caso di live streaming sia nel caso di lezioni on demand. Dietro a tutto questo c’è un grande team di professionisti che compongono una vera e propria regia televisiva. Nello studio Revolution è anche presente un LED wall che fa da sfondo al “live trainer” e che di volta in volta può essere personalizzato in base alla tipologia di allenamento incrementando ulteriormente il coinvolgimento dell’utente durante la lezione.

Revolution non è solo un nuovo modo di allenarsi, ma anche una opportunità professionale perché Virgin Active sta reclutando nuovi “live trainer”: quali caratteristiche deve avere un live trainer e che tipo di percorso formativo deve affrontare?

Abbiamo attivato una prima fase di recruiting dal sito virginactive.it a cui segue un vero e proprio casting live per poi accedere alla fase di formazione per diventare live trainer e andare finalmente “on air”. I candidati devono già essere top trainer e avere ottime capacità tecniche a cui si sommano caratteristiche di comunicazione ed empatia che saranno poi formate con un percorso ad hoc che prevede anche corsi di recitazione per imparare a gestire il palco e tutta la macchina produttiva che c’è dietro alla creazione di una classe Revolution. Più di una volta è capitato che top trainer con esperienza a manifestazioni ed eventi fitness si ritrovino spaesati nell’affrontare una audizione presso lo studio di registrazione. Il “live trainer” è un performer a 360° perché oltre ad avere competenza ed esperienza di alto profilo in termini tecnici, deve avere spiccate abilità comunicative e una predisposizione quasi innata per l’intrattenimento. La formazione si struttura in tre differenti percorsi sulla base del livello di partenza del trainer reclutato: basic (giovani trainer promettenti con qualità comunicative innate), medium e high (trainer già affermati come presenter anche internazionali a cui sarà richiesta una formazione più breve).

Attualmente abbiamo una rosa di 12 live trainer già operativi, ognuno dei quali insegna 3/4 discipline.

© RIPRODUZIONE RISERVATA