Bicicletta e pulegge maggiorate per aumentare l'efficienza

È un piccolo componente, ma l'effetto che un sistema di pulegge maggiorate può avere sulle prestazioni della trasmissione è sorprendentemente grande.

CeramicSpeed (foto Rob Milton).

Il sistema di pulegge maggiorate (OSPW) è stato sperimentato dall'ingegnere Wolfgang Berner e, quando è stato visto per la prima volta sui deragliatori posteriori Sram Red di Fabian Cancellara, dei fratelli Schleck e Lance Armstrong durante la stagione 2010, ha incendiato tutti i forum di ciclismo. "Cos'è questa novità nel deragliatore posteriore?", è stato il titolo principale di innumerevoli discussioni, accompagnato da uno screenshot dell'azione di Spartacus, imperioso, in una delle due prove a cronometro al Tour de France di quell'anno (vinte entrambe).

E anche Andy Schleck aveva vinto il Tour 2010 (ma solo dopo che il vincitore originale, Alberto Contador, era stato squalificato dopo essere risultato positivo al clenbuterolo, secondo lui proveniente da una bistecca contaminata), cosa che ha aggiunto ulteriore benzina al fuoco nella discussione sui vantaggi del nuovo design.

Berner oggi non è più un nome nel mondo OSPW, ma da allora le discussioni legate alle pulegge oversize sono passato dall'essere di nicchia a essere popolari e i vantaggi dichiarati nell'efficienza della trasmissione oggi sono ben noti.

Si possono risparmiare un minimo di 4 watt aggiornando semplicemente le gabbie con un qualsiasi sistema di dimensioni maggiorate. Normalmente un nuovo gruppo Shimano Ultegra "ruba" 20 watt in uno sforzo di 250 watt a 90 giri/min, rendendo efficiente la configurazione standard della sua trasmissione al 92%. I sistemi di pulegge maggiorate spostano questo valore fino al 94-95%.

Per inciso, un buon lubrificante e una buona pulizia in aggiunta all'aggiornamento della gabbia possono aumentare questa cifra ancora di più, anche se l'efficienza del 100% è chiaramente impossibile da ottenere.

Kogel Kolossos (foto Rob Milton).

Per qualcuno potrebbe sembrare un guadagno irrilevante, ma per i molti che invece sono interessati anche ai guadagni marginali vale la pena fare l'aggiornamento. Ma come si ottengono questi vantaggi?

Le pulegge di serie - quelle standard che si trovano su molti deragliatori posteriori Sram, Shimano o Campagnolo - tendono ad avere 11 o 12 denti ciascuna, mentre i sistemi oversize utilizzano pulegge fino a 19 denti.

"Le pulegge più grandi riducono la quantità di articolazione richiesta dalle maglie della catena - afferma Ard Kessels, fondatore di Kogel Bearings -. Dato che l'attrito viene creato attraverso le piastre della catena che scorrono avanti e indietro durante l'articolazione, l'attrito si forma quando la catena si muove di meno. Inoltre, una puleggia più grande ruota più lentamente di una ruota più piccola, riducendo la velocità del cuscinetto e quindi l'attrito".

"Una buona disposizione delle pulegge oversize consente anche la personalizzazione della tensione della molla della gabbia", afferma Paul Sollenberger di CeramicSpeed.
L'attrito è ulteriormente ridotto dalla tensione della molla inferiore, che consente alla catena di articolarsi più facilmente attraverso la gabbia del deragliatore.

"Inoltre, le pulegge più grandi si usurano effettivamente a un ritmo più lento rispetto alle pulegge più piccole perché ogni dente entra in contatto con la catena meno volte durante ogni giro della catena e le ruote sono realizzate in alluminio lavorato anziché in plastica".

Muc-Off LOPS (foto Rob Milton).

Questa promessa longevità, oltre alla capacità di miglioramento delle prestazioni, aiuta a compensare il costo elevato dell'OSPW. Ma nel corso degli anni il progetto ha incontrato alcune riserve sui reali effetti nella qualità della pedalata.

Ci sono state segnalazioni perché le ruote più grandi hanno bisogno di gabbie più lunghe e la rigidità laterale inferiore dei vecchi sistemi ha reso i cambi di marcia più scivolosi. Ed è interessante notare come l'attuale offerta delle varie case costruttrici vada a risolvere questo problema in modo diverso.

Kolossos di Kogel ha scelto l'alluminio lavorato ispirato a I-beam per alloggiare le sue ruote, mentre Muc-Off si è affidato al titanio stampato in 3D nel suo sistema LOPS. Entrambi i marchi dichiarano che i loro design sono significativamente più rigidi rispetto alle gabbie. L'OSPW di CeramicSpeed ​​utilizza la fibra di carbonio stampata a iniezione, mentre Shuriken di Token utilizza un composito di carbonio intrecciato tagliato a macchina.

"Abbiamo progettato anche profili con denti specifici per un impegno della catena pulito e silenzioso", afferma Jerry Lin, capo della ricerca e sviluppo di Token.

I materiali e gli strani design della gabbia aiutano a mantenere il peso appena superiore ai modelli di serie. Le gabbie di ultima generazione, che utilizzano pignoni sempre più grandi, fanno in modo che i sistemi OSPW non siano ancora più grandi fisicamente (e quindi più vulnerabili agli urti). "Ci limitiamo a sfruttare meglio lo spazio interno", afferma Sollenberger.

Token Shuriken (foto Rob Milton).

Sorge però spontanea una domanda: se questi sistemi sono in circolazione da quando Cancellara e gli altri hanno iniziato a utilizzarli nel 2010, perché non li vediamo sfruttati da tutto il plotone-pro in questi giorni? Il sistema LOPS di Muc-Off, ad esempio, è stato utilizzato da Mikel Landa nella ventesima tappa del Tour 2020 e CeramicSpeed ​​è stato montato per un po' di tempo sulle bici dell'AG2R-La Mondiale.

"La principale resistenza che incontriamo sull'adozione diffusa sono gli accordi di sponsorizzazione esistenti con altri marchi di componenti", afferma Sollenberger.

E probabilmente è vero, visto i vantaggi apportati. Fortunatamente, però, la maggior parte di noi non ha queste preoccupazioni. Quindi, se il tuo portafoglio è in grado di sopportare il colpo, un aggiornamento della gabbia del deragliatore posteriore potrebbe essere davvero un'opzione da non sottovalutare. Se non altro per qualche punto in più per lo stile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA