di Dario Marchini - 06 agosto 2019

Fuga a tre alla rincorsa del sole

Si è concluso sulla spiaggia di Tirrenia il progetto The Bicycle Rise, una sfida lunga quattro mesi per imparare a pedalare e ritornare a correre. Un viaggio a staffetta inseguendo il sole attraversando l’Italia, da est a ovest. Un sogno chiamato Chase The Sun

1/13

Immagini Pierluigi Benini

Mi rivedo spesso lungo quella salita che è sembrata infinita. Curve e controcurve a nascondere la strada, boschi di querce e frassini a perdita d’occhio, unici testimoni della nostra impresa. Il sole caldo del primo pomeriggio e la nostra ombra insistente proiettata sull’asfalto, a inseguirci e sfidarci come fossimo due entità distinte.

Un silenzio quasi assordante, rotto solo dall’infinito roteare di copertoni e pedali. È in quel momento che si vorrebbe che tutto fosse già finito, con le gambe immerse nel fresco abbraccio del mare e la nostalgia dei chilometri lasciati alle spalle. Ma basta un attimo, un sussulto, per ritrovare forza e grinta, aggrapparsi all’asfalto e mordere la salita, alzare lo sguardo e guardare ancora più in là. Ritrovare il piacere di essere lì in quel momento. Assaporare il gusto salato della fatica fino all’appuntamento con la prossima inebriante discesa.

Il sole ce lo eravamo lasciati alle spalle, attraversando il Porto Canale di Cesenatico qualche ora prima, alle 5 di mattina, dopo che l’alba aveva dato il via al nostro viaggio. Per pochi fortunati. Duecentosettantacinque (iscritti), come 275 km (e 3.300 m all’insù). Dal mare alla montagna, per tornare ancora al mare. Dal mattino alla sera. Dal freddo di un improvviso temporale, al caldo asfissiante del sole estivo. Dagli aspri boschi appenninici alle dolci colline toscane. Da Pantani a Dante a D’Annunzio, passando per Leonardo Da Vinci. Dalla rilassante e silenziosa campagna alla caotica città. Da est a ovest. Dall’Adriatico al Tirreno. Dall’alba al tramonto. Inseguendo il sole.

La nostra Chase The Sun, un viaggio su due ruote da vivere e condividere. Da assaporare a ogni pedalata, rubando la scia di un improvvisato compagno o stringendo i denti per abbattere la salita. Noi abbiamo deciso di provarci in tre. Io, Pier e Viola. Una staffetta in coppia di centottanta chilometri a testa, con un unico obiettivo: viverla. Nessun cronometro da battere, nessun avversario da superare. Solo una giornata da assaporare.

Il SUV ibrido plug-in Outlander PHEV di Mitsubishi ha fatto da scorta alla staffetta di Cyclist.

L'articolo completo è su CYCLISt 36.

Il resoconto della preparazione dell’autore dell’articolo, che ha pedalato con abbigliamento Finisseur di Deporvillage, casco e occhiali Smith, scarpe Supplest con allacciatura Boa Fit System, ciclocomputer Polar V650 e bici Cinelli Veltrix Caliper, lo trovate su questo sito. Cercate digitando #TheBicycleRise.

© RIPRODUZIONE RISERVATA