Nuova Nemo Gravel in edizione limitata, la Cinelli con l'anima Mendini

È stata presentata ieri presso la galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea la nuova Nemo Gravel Mendini, la bicicletta in edizione limitata in soli 30 esemplari frutto della collaborazione tra Cinelli e lo Studio Alessandro Mendini.

1/10

Cinelli Nemo Gravel Mendini (foto Francesco Dolfo).

La prima bicicletta Cinelli firmata Alessandro Mendini è diventata realtà. A raccontare l'amicizia, le promesse e le collaborazioni con uno dei più famosi designer italiani è stato Antonio Colombo, presidente di Cinelli, amico e frequentatore insieme a Mendini dello Studio Alchimia (collettivo di progettisti-produttori dell’avanguardia post radical milanese) fin dalla fine degli anni '70. Due rivoluzionari del design e dell'arte italiana che hanno sempre saputo raccontare la propria visione nelle proprie opere e nei propri prodotti.

"Ci eravamo ripromessi più volte con Alessandro di lavorare insieme su una bicicletta. Promessa che è sempre stata spostata al domani e che purtroppo è diventata realtà solo due anni dopo la sua scomparsa - ha spiegato Antonio Colombo, con un po' di commozione -. La capacità di Mendini è sempre stata quella di creare delle decorazioni che non fossero semplici disegni, ma che avessero una vera essenza, un'anima. Qualcosa che facesse diventare il prodotto parlante. E questo stilema non è stato creato a caso, ma è come se ci fosse andato quasi spontaneamente su questa bicicletta".

Non è la prima volta che Colombo e Cinelli si ritrovano a collaborare con artisti, designer e esponenti della conto-cultura (come Keith Haring, Schifano, Cattelan, Barry McGee...) tutti prodotti che sono entrati a fare parte del Cinelli Art Program.

Antonio Colombo e Alessandro Mendini (Cose, Case, Città, 2016).

Sono solo 30 gli esemplari numerati della nuova Nemo Gravel Mendini, realizzata da Cinelli grazie ai più recenti ritrovati tecnici di Columbus.

I tubi in “super acciaio” fanno parte della serie Spirit HSS (con etichetta dedicata A. Mendini) a triplo spessore Omnicrom, con spessore centrale di soli 0,4 mm. Il tubo orizzontale e il tubo verticale (entrambi 31,7-28,6mm) presentano forme coniche scelte per le loro capacità di resistenza selettiva e di assorbire le vibrazioni, ideali per le competizioni e i percorsi sportivi delle specialità gravel.

I foderi posteriori verticali sono trafilati con la stessa sagoma aerodinamica usata nel 1981 per produrre i verticali Columbus Air della prima Laser Cinelli.

Il passaggio ruota è aumentato fino a 40mm, mentre la forcella è in carbonio, Columbus Futura Gravel.

Nemo Gravel Alessandro Mendini è prodotta in Italia e assemblata con componenti italiani selezionati: Campagnolo Ekar a 13 velocità, ruote Fulcrum Rapid Red 500, coperture Pirelli Cinturato Gravel H e sella Selle San Marco Shortfit.

© RIPRODUZIONE RISERVATA