Come è fatta una bici da strada?

Quali sono i componenti di una bici da strada? E che funzioni hanno? Di seguito una facile guida per principianti per avvicinarsi al meraviglioso mondo della bicicletta.

La bici da strada comprende componenti che non sono cambiati di molto in oltre un secolo. Di seguito abbiamo sezionato in tutte le sue parti una bici da strada comune. Etichettando e spiegando ciascun componente, alla fine, sarai in grado di entrare in qualsiasi negozio di biciclette e identificare con sicurezza ogni pezzo della bici, insieme a ciò che serve.

Telaio e forcella

Il cuore di ogni bici. I telai delle bici da strada più comuni sono costruiti in alluminio o, se spendi un po' di più, in fibra di carbonio. I modelli più vecchi o più di nicchia possono essere realizzati anche in acciaio, mentre alcune montature particolari sono in titanio.

Anche le bici con telaio in metallo hanno spesso forcelle realizzate in parte o completamente in fibra di carbonio. Qualunque sia il materiale che lo compone svolgerà sempre lo stesso lavoro: supportare il corridore e consentire il fissaggio degli altri componenti.

I telai sono disponibili in diverse dimensioni per adattarsi al loro ciclista. Man mano che questi diventano più grandi o più piccoli, sia l'altezza che la lunghezza del telaio cambiano per adattarsi alle gambe e alla parte superiore del corpo del ciclista.

Inoltre, telaio e la forcella determineranno la dimensione massima degli pneumatici che la bici può accettare, l'utilizzo di freni a cercchio o freni a disco e se può montare ulteriori accessori come parafanghi, borse o sacchi da bikepacking.

Le dimensioni (o geometria) e gli angoli del telaio e della forcella aiutano anche a determinare le caratteristiche di maneggevolezza della bicicletta.

Ruote e pneumatici

La parte della bici che permette all'intero assemblaggio di scorrere. La maggior parte delle ruote per bici da strada sono "700c", che denota un diametro specifico. Quelle più piccole o quelle per bambini possono utilizzare misure diverse e più piccole.

Le ruote per bici economiche e di fascia media hanno cerchi in (lega di) alluminio, mentre i modelli più costosi hanno cerchi in carbonio.

I cerchi sono allacciati ai mozzi utilizzando raggi comunemente realizzati in acciaio, ma a volte possono essere anche in alluminio o addirittura in carbonio.

Rispetto a quelli di altri stili di bicicletta, i pneumatici per bici da strada sono stretti, senza un battistrada pronunciato, quasi slick.

Progettati per rotolare in modo efficiente su superfici pavimentate, i pneumatici di circa 23 mm di larghezza sono i più comuni; tuttavia, oggi è normale trovare pneumatici larghi fino a 30 mm per un maggiore comfort e una più alta versatilità.

Avendo un effetto sproporzionato sulla maneggevolezza e la sensazione della bici completa, i ciclisti su strada apprezzano ruote e pneumatici il più leggeri possibile.

Gruppi

"Groupset" è un elegante linguaggio per indicare i componenti che aiutano l'avanzamento della bicicletta e il sistema frenante. Il gruppo è generalmente composto dai seguenti componenti chiave...

Leve (cambio e freni)

Le moderne bici da strada utilizzano leve del cambio integrate che combinano le varie leve che controllano freni e deragliatori in un'unica unità.

Progettati per funzionare con manubri a goccia, forniscono più posizioni per le mani. Le parti superiori delle leve sono chiamate "coprileve" o "poggiamani". Queste forniscono un punto in più lontano dalla barra orizzontale da cui controllare la bicicletta.

Guarnitura

Le pedivelle offrono una leva e permettono di spostare la bici in avanti. La dimensione delle corone attaccate si combina con la cassetta per utilizzare in modo efficiente la pedalata.

Tradizionalmente, le guarniture per bici da strada hanno due corone con 53 e 39 denti. Tuttavia, per fornire ingranaggi più "facili", oggi è comune trovare anche combinazioni 50/36 o più "compatte" come la 50/34 o la 52/36. I nuovissimi gruppi da strada SRAM a 12 velocità offrono rapporti di guarnitura di 50/37, 48/35 e 46/33.

Alcune bici da strada in stile touring hanno anche una terza corona. Chiamata "tripla", fornisce una vasta gamma di marce ed è utile per terreni molto collinari.

Sempre più comuni sono anche le guarniture monocorona. Denominate "1x", utilizzano una singola corona, eliminano la necessità di un deragliatore anteriore e offrono una gamma semplificata di ingranaggi sequenziali. Accoppiati a una cassetta larga, offrono quasi la stessa quantità di rapporti, ma con salti più significativi tra ciascuno. Sono particolarmente popolari sulle bici gravel, anche se occasionalmente sono presenti anche su quelle da strada. Sempre per gravel, sono le guarniture doppie "supercompatte" con rapporti come 48/31, 46/33, 46/30 e 43/30.

Il gruppo cuscinetto nel telaio su cui scorre la guarnitura è chiamato movimento centrale.

Cassetta

La cassetta è il gruppo di ingranaggi posizionati sulla ruota posteriore. Spinti dalla catena, convertono la pedalata in movimento.

La differenza di dimensioni tra il pignone della cassetta e la corona influisce sulla facilità di rotazione dei pedali. Attualmente, il numero massimo di pignoni su qualsiasi cassetta è 13, anche se le cassette a 11 e 12 velocità sono quelle più comuni. Le bici più economiche o più vecchie potrebbero averne ancora meno.

Avere molti pignoni è un bene perché permette di pedalare in modo efficiente indipendentemente dal terreno e dalla sua inclinazione. Ma è anche importante avere un'ampia gamma. Una cassetta con una grande differenza tra la ruota dentata più grande e quella più piccola viene definita con un "grande rapporto". Ciò significa che sarà adatto sia per una guida veloce che per le salite più lente.

Il rapporto della cassetta è espresso con il conteggi dei denti e le moderne bici da strada in genere sono dotate di cassette 11-28, 11-30, 11-32 o 10-33, sebbene esistano anche altre numerose opzioni.

Catena

La catena è un insieme di maglie, rulli e rivetti che collega le pedivelle alla cassetta. Trasferendo potenza tra loro, la sua larghezza è abbinata al numero di ruote dentate. Tienilo pulito e assicurati che sia sempre ben lubrificato .

Deragliatore

Questi meccanismi permettono di cambiare marcia. Controllati dai cambi, la maggior parte è gestita da cavi Bowden che trasmettono direttamente la forza necessaria per spostarli in una direzione, con una molla che fornisce il movimento nella direzione opposta.

Il deragliatore posteriore spinge la catena attraverso i pignoni della cassetta, mentre il deragliatore anteriore spinge la catena da una corona all'altra.

Le bici più costose potrebbero montare deragliatori elettronici. Questi si affidano a servomotori alimentati a batteria per fare il lavoro pesante. Controllati da cavi elettronici o wireless, sono meccanicamente simili.

Freno

Le bici da strada utilizzano freni a pattino (a volte indicati come freni a pinza) o freni a disco. Tipicamente fissati in alto sulla bici, i freni a pattino bloccano direttamente i cerchioni delle ruote per rallentarti.

I freni a disco si trovano più vicino agli assi della bici e utilizzano un rotore separato fissato al mozzo come superficie di frenata. Generalmente più potenti e coerenti, i freni a disco forniscono un arresto migliore ma sono leggermente più pesanti.

Altri componenti chiave

Sella e reggisella

La parte su cui ci si siede e il tubo che lo sostiene. Rispetto ad altre bici, le selle per bici da strada sono generalmente strette e con imbottiture minime.

Consentono la massima libertà di movimento e funzionano meglio con pantaloncini da ciclismo imbottiti .

La sella è fissata da un morsetto nella parte superiore del reggisella e l'altezza della sella viene regolata spostando il reggisella su e giù nel telaio. L'angolo della sella può essere regolato al morsetto, così come la posizione longitudinale.

Manubrio e attacco manubrio (o cockpit)

Una delle cose che rende una bici da strada una bici da strada è il manubrio a goccia, che consente ai ciclisti di adottare più posizioni, da quella più "eretta" e più lente a quella "sdraiata" e più veloce.

La larghezza e la forma del manubrio possono variare per adattarsi a diversi stili di guida o alla larghezza delle spalle di chi guida.

L'attacco manubrio è la parte che fissa il manubrio al canotto della forcella, che consente di guidare la bicicletta. L'angolo di fissaggio e la sua lunghezza influiscono sul modo in cui la bici si adatta e può essere modificato per regolarne la maneggevolezza.

Il gruppo cuscinetto che collega la forcella al telaio e permette la sterzata è la serie sterzo.

Pedali

Dove vengono posizionati i piedi. Può essere montato qualsiasi tipologia di pedale, ma tendenzialmente i ciclisti da strada optano per quelli con aggancio/sgancio rapido (derivati dai vecchi fermapiedi e cinturini).

I pedali si avvitano nei fori all'estremità delle pedivelle e sono dotati di un meccanismo che si innesta con tacchette fissate alle suole delle scarpe da ciclismo.

Molti ciclisti su strada, e soprattutto gravel, optano per pedali in stile mountain bike invece di pedali da strada puri, a doppia faccia, con tacchette più piccole più facili da usare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA