di Fulvia Camisa - 05 marzo 2019

Il Monte Bianco in rosa per il Giro d'Italia

Il prossimo 25 maggio il Giro d’Italia attraversa il territorio della Valle d’Aosta con la tappa da Saint-Vincent a Courmayeur Skyway Monte Bianco. Sarà la numero 14 e l’arrivo sarà proprio alla partenza della spettacolare funivia

1 di 2
Foto Aiace Bazzana
Il prossimo 25 maggio il Giro d’Italia toccherà il territorio della Valle d’Aosta con la tappa da Saint-Vincent a Courmayeur Skyway Monte Bianco. Sarà la numero 14 e l’arrivo sarà proprio alla partenza della spettacolare funivia (ecco il motivo della scelta del nome). Sarà una frazione tutta valdostana e si corre in un angolo dello Stivale disegnato da vette spettacolari.
Partenza quindi da Saint Vincent, poi i corridori si sfidano lungo 131 km con 4.000 metri di dislivello positivo: salite lunghe e pendenza elevata renderanno la sfida particolarmente intensa e difficile. Per celebrare la sfida dei corridori che appassiona i tifosi di tutto il mondo, il Monte Bianco si tinge per tre giorni di rosa con uno speciale sistema di illuminazione.
Per rendere omaggio alla Corsa Rosa, lo scorso primo dicembre, lo Skyway Monte Bianco ha riaperto per la stagione invernale proprio con una sorpresa colorata: una della quattro cabine rotanti è diventata rosa. La cabina personalizzata in rosa è quella che collega il primo tronco Courmayeur – Pavillon, la cui stazione farà da sfondo alla premiazione della quattordicesima tappa.
Il trofeo "Senza Fine" del Giro d'Italia (foto Fulvia Camisa)
“Courmayeur e il Monte Bianco si coloreranno di rosa per accogliere il Giro d’Italia”, ha dichiarato il sindaco di Courmayeur Stefano Miserocchi a 70 giorni dal giorno del passaggio della Corsa Rosa. “In questa tappa interamente valdostana gli atleti coinvolti affronteranno un percorso impegnativo, non facile, ma potranno godere dell’unicità e bellezza del nostro territorio e di quei panorami che le nostre montagne sanno regalare. Siamo orgogliosi e felici di questa occasione che ci viene offerta e che ci vede al lavoro da mesi. I tanti campioni che si sfideranno per tagliare per primi il traguardo ai piedi di Skyway Monte Bianco, gioiello unico al mondo e orgoglio di Courmayeur, permetteranno, grazie alla grande macchina mediatica che accompagna la kermesse, di presentare la Valle di sua maestà il Monte Bianco a milioni di appassionati di ciclismo diventando un’occasione di promozione turistica unica. Tanta fatica sarà nelle gambe dei campioni su due ruote, fatica paragonabile a quella di chi sale a conquistare la vetta, una vetta, in questo caso, di trionfo rosa”.
Oltre alla località stessa, per la tappa del Giro, un ruolo importante sarà ricoperto proprio da Skyway, “L’arrivo del giro d’Italia ai piedi della montagna più alta d’Italia ha non solo un valore sportivo e turistico, ma ha anche un forte carattere comunicativo e sociale”, ha aggiunto Federica Bieller, presidente Skyway. “Un evento di questa portata rafforza l’attrattiva turistica della Valle del Monte Bianco e la posiziona quale meta seducente per un target di turisti che nella nostra regione ha ancora grandi potenzialità di crescita: i biker. Il valore aggiunto di questo evento non è solo quello della partecipazione diretta del pubblico all’evento, ma anche la partecipazione digitale e social. Siamo orgogliosi che, per la prima volta, la tappa porterà il nome di una funivia, Courmayeur Skyway Monte Bianco. Per l’occasione la funivia si è tinta di rosa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA