12 October 2018

Manager nella vita e in sella

Presidente e amministratore delegato di uno dei gruppi tessili italiani più importanti al mondo, Laura Colnaghi Calissoni taglia importanti traguardi nel mondo imprenditoriale e del ciclismo
Manager nella vita e in sella

La mia passione per la bici è nata oltre 20 anni fa. A quei tempi praticavo lo sci nordico, che ha una limitazione ovvia: si può fare solo d’inverno. Ho iniziato così a fare sport aerobici d’estate, quando non c’era la neve. Poter fare altre discipline di resistenza mi ha appassionato fin da subito. Ho iniziato così ad andare in bici apprezzando la possibilità di farlo con una certa semplicità, ritagliandomi di volta in volta tempi e spazi.
Nel corso degli anni mi sono messa alla prova in varie tipologie di gare. Dalla corsa a piedi (ho fatto la Maratona di New York, per esempio) al duathlon, fino alle granfondo e alle cronoscalate, raccogliendo risultati e soddisfazioni.
In qualità di avvocato che pedala, sono iscritta all’Associazione Italiana Magistrati Avvocati Notai Ciclisti. Ogni anno si assegna il tricolore a cronometro e in linea. Un appuntamento che mi ha sempre dato motivazione per cercare la condizione atletica ottimale. Non sono una ciclista da 10.000 km all’anno, già 2.500 bastano visti gli impegni di lavoro.
Più allenamento si traduce in risultati migliori, ma non sempre si riesce a fare come si vorrebbe.
Scio in inverno e pedalo d’estate, compatibilmente col tempo libero che l’azienda, uno dei gruppi tessili più grandi al mondo, mi lascia.
Per alcuni anni ho seguito un programma di allenamento che mi faceva il dottor Maurizio Mazzoleni, preparatore di tanti campioni. Ma è complicato seguire le tabelle: devi fare quella salita e se salti ti sembra di avere compromesso tutto.
Per fortuna ho degli amici ciclisti che abitano vicino all’azienda, ai confini con le Alpi Orobie. Un paio di volte a settimana vengono a “prendermi”e ci alleniamo. Sono tutti fortissimi, l’importante per me è restare alla loro ruota. Sono gentili, mi aspettano.
Il mio obiettivo in allenamento con loro è restare in gruppo e non perdere contatto. Facciamo alcune salite della Valle Imagna come Bedulita, Berbenno. Nel fine settimana pedaliamo in Val Brembilla e Val Taleggio.
Abitando in provincia di Monza e Brianza, mi capita anche di fare da sola salite brevi come Lissolo e Montevecchia. L’ideale per fare un’ora e mezza a tutta.

L'articolo completo (foto Sportograf) è sul numero 26 di Cyclist.

© RIPRODUZIONE RISERVATA