Tirreno-Adriatico, pauroso incidente durante la cronometro a squadre

Tirreno-Adriatico, pauroso incidente durante la cronometro a squadre

Pauroso incidente nella tappa odierna, 13 marzo, della Tirreno-Adriatico. Un uomo di 55 anni di Viareggio è stato portato in ospedale dopo che oggi è stato investito dai ciclisti impegnati nella cronometro a squadre che a Lido di Camaiore ha dato il via alla corsa a tappe. Le sue condizioni non sarebbero gravi: l'uomo ha attraversato la strada senza rendersi conto che stavano arrivando gli atleti della Bora-Hansgrohe. Mentre gran parte dei corridori sono riusciti a evitare l'uomo, Rafal Majka e Oscar Gatto lo hanno preso in pieno. Subito sono intervenuti i sanitari della corsa, l'incidente è avvenuto davanti a due vigili urbani. I due corridori sono riusciti a ripartire e superando la linea del traguardo anche se in ritardo rispetto agli altri componenti della squadra.

Tirreno Adriatico si torna al classico con muri e tappe durissime.

Tirreno Adriatico si torna al classico con muri e tappe durissime.

Tirreno-Adriatico NamedSport numero 54. La gara in programma dal 13 al 19 marzo e organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport è stata presentata. Il percorso leggermente diverso da quelli degli ultimi anni torna verso le gare costellate di muri, presenti lungo tutto il percorso con pendenze a volte anche oltre il 18%. Dunque è più aperta la corsa alla vittoria finale che vede protagonisti atleti di varie specialità.
Restano invariate la cronosquadre di apertura e la individuale di chiusura, oltre a due tappe dedicate ai velocisti. Al via 161 corridori in rappresentanza di 23 squadre. Dal vincitore del Tour Geraint Thomas, Vincenzo Nibali, Tom Dumoulin, Thibaut Pinot, Primoz Roglic, Mikel Landa e Adam Yates. E poi Peter Sagan, Greg Van Avermaet, Julian Alaphilippe, Tim Wellens, Tiesj Benoot e Rohan Dennis, oltre ai velocisti Elia Viviani, Fernando Gaviria, Giacomo Nizzolo e Nacer Bouhanni.

1919-2019 Cento volte Coppi, Malagò presenta il libro dedicato al campionissimo

1919-2019 Cento volte Coppi, Malagò presenta il libro dedicato al campionissimo

Il 2019 del ciclismo si apre nel segno di Fausto Coppi. Nell'anno del centenario dalla nascita del grande ciclista Fausto Coppi è stato presentato al Coni il libro "1919-2019 Cento volte Coppi" a cura di Roberto Fiorini e Claudio Pesci. Presente anche il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò, che ha ricordato: "Sono cresciuto nel mito di Fausto Coppi, un grande personaggio non solo per la sua strepitosa cavalcata di atleta, ma anche per alcuni fatti che hanno caratterizzato la storia del nostro Paese. Sono vicende che mi hanno sempre appassionato". Un libro nel quale il capo dello sport italiano ha scritto la prefazione.

Più veloce degli uomini. La ciclista svizzera Nicole Hanselmann fermata dai giudici

Più veloce degli uomini. La ciclista svizzera Nicole Hanselmann fermata dai giudici

E' stata fermata dai giudici che hanno preferito neutralizzare la gara femminile, piuttosto che mettere in imbarazzo gli atleti maschi. L'imbarazzante episodio è accaduto alla ciclista svizzera Nicole Hanselmann in occasione della gara belga Omloop het Nieuwsblad, classica di inizio stagione. L'atleta, già campionessa nazionale su strada nel 2017, era partita con 10 minuti di ritardo rispetto ai colleghi uomini, ma la sua fuga è stata così importante (2 minuti sul gruppo femminile) da portarla a raggiungere la coda dei maschi. A quel punto i giudici hanno neutralizzato la gara femminile imponendo alle atlete una breve sosta fino a quando è stato ricostituito il gruppo. Nonostante le sia stato garantito un vantaggio rispetto alle colleghe, la sua giornata di gloria è finita lì (ha chiuso in 74a posizione). Forse il nervosismo per la sosta e il freddo di quella giornata hanno giocato un brutto scherzo.

Sabato e domenica torna Strade Bianche, la "Classica del Nord" più a Sud d'Europa

Sabato e domenica torna Strade Bianche, la "Classica del Nord" più a Sud d'Europa

Sabato torna la Strade Bianche, ossia "la classica del nord più a sud d'Europa". Si pedala lungo 184 chilometri di cui 63 lungo strade sterrate, con partenza e arrivo a Siena: il traguardo è in piazza del Campo. Domenica 10 marzo poi, come di consueto, si svolgerà la Gran fondo riservata ai dilettanti: 5.000 gli iscritti che partiranno dalla Fortezza medicea, arrivo sempre in piazza del Campo. Annunciati Vincenzo Nibali e il vincitore dell'anno scorso Benoot. Il Comune di Siena e Rcs Strade Bianche hanno formalizzato un accordo triennale di collaborazione per l'organizzazione delle due manifestazioni ciclistiche. L'intesa prevede che il Comune di Siena diventi co-organizzatore, una partnership su cui il Comune investirà 100mila euro.

Doping, confessa e si dimette il ciclista della Groupama-FDJ

Doping, confessa e si dimette il ciclista della Groupama-FDJ

Si è dimesso Georg Preidler, il ciclista austriaco coinvolto nello scandalo doping austriaco, scoppiato ai Mondiali di sci nordico di Seefeld. Ha lasciato "con effetto immediato" la squadra di ciclismo Groupama-FDJ. La squadra francese in un comunicato riferisce di essere stata informata lo scorso 3 marzo della ammissione spontanea da parte di Preidler di aver fatto uso di sostanze dopanti, mediante due autotrasfusioni alla fine del 2018. "Data la gravità dei fatti in totale opposizione ai principi etici difesi dal team e dai suoi sponsor Groupama e FDJ, Marc Madiot ha preso atto delle sue dimissioni con effetto immediato", si legge. Nella nota la Groupama-FDJ aggiunge di essersi già messa in contatto con l'UCI, per collaborare con la massima trasparenza.

Fino al 10 marzo è Women’s Health Week

Fino al 10 marzo è Women’s Health Week

Hilton Milan rinnova il suo impegno (insieme ad altre 11 alberghi su tutto il territorio nazionale) per la Women’s Health Week con la Fondazione IEO-CCM, dal 4 al 10 marzo 2019. Si tratto di un programma di fundraising e sensibilizzazione circa le possibilità sempre più ampie di prevenzione dei tumori femminili. Il fil rouge è il colore rosa. Per tutta la durata dell’iniziativa, gli hotel aderenti proporranno ai loro ospiti, per l’aperitivo o dopo cena, Pink Velvet, un signature cocktail dalle tonalità rosa e dall’intenso sapore a base di lime, sprite e fiori di sambuco, in versione alcoolica o analcoolica. Il ricavato verrà devoluto alla Fondazione IEO-CCM per sostenere il IEO Women’s Cancer Center. Melissa Satta, testimonial e madrina, ha dichiarato “Sono sempre onorata di poter sostenere e supportare questo tipo di progetti dedicati alla salute delle donne”

Polizia e Federazione ciclistica italiana insieme per la sicurezza dei ciclisti

Polizia e Federazione ciclistica italiana insieme per la sicurezza dei ciclisti

Doping, 9 arresti nello sci nordico. Coinvolto anche un medico del ciclismo

Doping, 9 arresti nello sci nordico. Coinvolto anche un medico del ciclismo

Ci sarebbe anche un celebre medico del ciclismo al centro dell'indagine sul doping che mercoledì tra l'Austria e la Germania ha portato all'arresto di 9 persone, 5 di esse atleti dello sci nordico (due austriaci, due estoni e un kazako). Il medico sarebbe uno degli indagati più importanti dell'Operation Aderlass condotta dalla magistratura di Innsbruck assieme a quella di Monaco di Baviera. Titolare di uno studio medico a Erfurt che è stato sottoposto a perquisizione, non è un nome nuovo nello sport e soprattutto quando si parla di doping. E' stato il medico della Gerolsteiner, la squadra ciclistica di professionisti rimasta attiva fino al 2008. Nell'ottobre del 2009 venne accusato dall'ex ciclista tedesco Bernhard Kohl di "tollerare e addirittura sostenere il doping". L'operazione arriva dopo il documentario trasmesso dall'emittente televisiva tedesca Ard che ha parlato del doping durante le Olimpiadi di Sochi.

E-commerce, scoperto il truffatore dei cicloamatori

E-commerce, scoperto il truffatore dei cicloamatori

Si chiama "Operazione Fake-commerce", il blitz della Guardia di finanza che ha portato al fermo del truffatore on line dei cicloamatori. Si tratta di un 45enne disoccupato residente nel Frusinate che ad alcuni raccontava di essere un dipendente delle Poste italiane. L'ultima vittima è stato un cicloamatore castelvetranese che aveva risposto all'annuncio per la vendita di un ciclocomputer.
Dopo averlo pagato non è mai riuscito ad entrarne in possesso così ha denunciato il fatto alle Fiamme Gialle che hanno ricostruito almeno 70 casi di querele per truffa nei confronti del venditore. La raccomandazione è di fare sempre attenzione agli acquisti online.

Da Milano ad Assisi in bicicletta, per segnare un cambio di vita

Da Milano ad Assisi in bicicletta, per segnare un cambio di vita

E' partito questa mattina da Cinisello Balsamo (Milano) in sella ad una gravel ebike Bikel e in 5 giorni raggiungerà Assisi percorrendo gli Appennini e buona parte della Via Francigena, in solitaria. Non un'impresa, quella del nostro collaboratore Andrea Guerra, bensì una pausa di riflessione vissuta in sella, prima della partenza per un viaggio ben più lungo: il 20 marzo si trasferirà in Brasile insieme alla moglie Chiara e alla figlioletta Matilde, per lavorare per tre anni in una missione del Pime, impegnandosi accanto ai bambini delle favelas. Un evento che merita un viaggio sportivo-spirituale fino alla Casa di San Francesco.

Da Roma ad Assisi in bicicletta. Presto un percorso cicloturistico

Da Roma ad Assisi in bicicletta. Presto un percorso cicloturistico

Un itinerario ciclabile dalla Basilica di San Pietro alla Basilica di San Francesco d'Assisi. Roma Capitale, con deliberazione di Giunta, ha aderito al progetto di valorizzazione del cammino ''Assisi-Roma - la Via dell'Acqua'', approvando un accordo di collaborazione inter-istituzionale con 21 Comuni del Lazio, Città Metropolitana di Roma Capitale e Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere-Farfa. Il percorso ciclabile si sviluppa lungo i corsi d'acqua umbri e laziali, attraverso i Comuni, le riserve naturali e i siti archeologici che lo rendono unico al mondo. Una ciclovia di 250 chilometri da Roma ad Assisi, un "cammino" culturale, naturalistico, archeologico e religioso.

Bike Challenge 2018, premiate le aziende amiche della bicicletta

Bike Challenge 2018, premiate le aziende amiche della bicicletta

Bike Challenge 2018, la competizione riservata alle aziende e ai loro dipendenti che, tra settembre e ottobre scorso, hanno usato la bicicletta negli spostamenti casa-lavoro o nel tempo libero ha i suoi campioni: tra le aziende con staff di oltre 500 persone salgono sul podio STMicroelectronics di Agrate, Politecnico di Milano, Gruppo CAP. Aziende con staff tra 200 e 499 persone: Lombardia Informatica Spa, BT Italia di Milano, Reale Group Milano. Aziende tra 50 e 199 persone: Arcadis Italia Srl di Milano, Fondazione Cariplo, Museo della Scienza e della Tecnologia. Aziende tra 20 e 49 persone: AmiciBiCiDesio di Desio, AcomeA SGR SpA di Milano, Egon Zehnder di Milano. Aziende tra 7 e 19 persone: Terre di Mezzo, WonderRide, ArtworkR Srl. Aziende tra 3 e 6 persone: MP Informatica Sas, Lorien Consulting, Davide Petroncini Studio Architettura. Promossa da FIAB ha coinvolto oltre 1.100 partecipanti di 114 aziende.

Ciclabile Trieste-Venezia strategica per il turismo. Ora si fa sul serio

Ciclabile Trieste-Venezia strategica per il turismo. Ora si fa sul serio

E' pronto a partire il progetto per la realizzazione della ciclovia nazionale Trieste-Lignano Sabbiadoro-Venezia, che si sovrappone alla ciclovia regionale Adria-Bike (Fvg2) e alla EuroVelo8. L'intervento, ritenuto strategico per il turismo sia a livello nazionale che europeo, ha una progettazione e realizzazione finanziate dal ministero delle Infrastrutture (Mit) con 16,6 milioni di euro. Attualmente è in corso la predisposizione del Protocollo di intesa fra le Regioni e il Mit per l'esecuzione delle prime opere. "Il Friuli Venezia Giulia è strategico nella rete delle ciclabili europee. Per questo ho chiesto e ottenuto che la nostra Regione sia capofila della ciclovia nazionale Trieste-Lignano-Venezia entrata a pieno titolo nel sistema nazionale delle ciclabili". Lo ha annunciato l'assessore regionale a Infrastrutture, Graziano Pizzimenti.

Comincia da un sito internet la nuova vita di Damiano Cunego

Comincia da un sito internet la nuova vita di Damiano Cunego

Digitando www.officialdamianocunego.com si entra nel mondo dell'ormai ex corridore veronese, vincitore del Giro d'Italia 2004, secondo al Mondiale su strada a Varese nel 2008, che ha vissuto una carriera ricca di successi e soddisfazioni. Professionista dal 2002, è soprannominato 'Il piccolo principe". A maggio, in concomitanza con la partenza del 102/o Giro d'Italia da Bologna è in uscita l'autobiografia di Cunego, 38 anni, che l'anno scorso ha deciso di appendere la bici al chiodo, dopo avere disputato i Campionati italiani. Ora si dedicherà all'attività di trainer.
Fra le pagine del sito si possono anche consultare sezioni come 'Una giornata intera o mezza giornata di allenamento intenso con Damiano, dove scoprirai trucchi e segreti del ciclismo".

Il ciclismo che emoziona protagonista a Parma

Il ciclismo che emoziona protagonista a Parma

La risposta del pubblico è stata ottima al TOF, il Travel Outdoor Fest ospitato alle Fiere di Parma dal 15 al 17 febbraio. Tanti gli eventi ospitati nel contenitore della manifestazione business to consumer (B2C) dedicata al turismo in libertà e a tutto ciò che occorre per una vacanza attiva.
Il campione Marco Aurelio Fontana ha testato in prima persona le attività outdoor più disparate, oltre che presenziare alle premiazioni degli atleti delle 12 categorie giovanili che hanno gareggiato sulla pista in terra battuta. Il commissario tecnico della nazionale Davide Cassani ha presentato il suo libro “Le salite più belle d’Italia”.

Decathlon pensa alle bici di alta gamma con il marchio Van Rysel

Decathlon pensa alle bici di alta gamma con il marchio Van Rysel

Decathlon guarda alle biciclette di alta gamma. L'ormai celebre marchio di biciclette B'twin è stato relegato alla fascia medio bassa del mercato per offrire durata e resistenza, ma con un'accessoristica meno pregiata. Tuttavia è stato dato a battesimo il nuovo marchio interno Van Rysel, dedicato alle prestazioni e a prodotti di alta qualità. Il nome Van Rysel si traduce "Da Lille" ed è un omaggio al luogo in cui sorge il quartier generale di Decathlon, a Nord della Francia, molto vicino alle piste ciclistiche di Roubaix e delle Fiandre. Le nuove bici stanno già arrivando sul mercato.

Garmin ha acquisito Tacx e pensa a rivoluzionare il mercato del ciclismo indoor

Garmin ha acquisito Tacx e pensa a rivoluzionare il mercato del ciclismo indoor

Garmin compie un nuovo, importante passo completando l'acquisizione di Tacx, azienda olandese che da anni riferimento nello sviluppo e produzione di dispositivi e accessori per il ciclismo indoor. ''Il comparto dedicato al ciclismo rappresenta una delle voci storiche di maggior sviluppo per la nostra azienda - commenta Stefano Viganò, Amministratore Delegato di Garmin Italia - e confermando la strategia dedicata al mondo delle due ruote, siamo orgogliosi di comunicare l'integrazione di Tacx nella nostra galassia, certi che questo rappresenti l'inizio di qualcosa di rivoluzionario nel panorama tecnologico dell'allenamento indoor''.

Le salite più belle d'Italia, il libro di Cassani presentato a Parma

Le salite più belle d'Italia, il libro di Cassani presentato a Parma

Dal 2014 è il CT della Nazionale élite, ora anche coordinatore tecnico di tutte le Nazionali di ciclismo. È un ex ciclista e nella sua carriera ha partecipato tra le competizioni a 11 Giri d'Italia, 9 Tour de France e 9 campionati del Mondo. Ha raccontato tante sfide di alto livello ai microfoni Rai: è Davide Cassani che domenica 17 febbraio, sarà presente al TOF-Fiere di Parma, dalle ore 10.10 al Pad.3, Spazio Viaggi, incontri e Racconti, per presentare il suo libro 'Le salite più belle d'Italia' edizione Rizzoli. Scritto con la collaborazione del giornalista sportivo, Beppe Conti, il libro è per tutti coloro che amano il ciclismo: dai cicloamatori ai chi lo pratica come professione. Perché ogni salita è una vera e propria emozione e Davide Cassani, prima di mettersi a computer insieme all'amico Beppe Conti, è salito in sella e ha testato le… salite più belle d'Italia.

Gli Oscar del cicloturismo

Gli Oscar del cicloturismo

Lombardia, Alto Adige e Campania: sono le regioni che si sono aggiudicate gli Oscar del cicloturismo, gli Italian Green Road Award, assegnati all’interno di Cosmobike e indetti da Viagginbici.com. Il primo premio dell’edizione 2019 è andato alla Ciclovia del fiume Oglio, un percorso di oltre 280 chilometri che si snoda tra le province di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova. Medaglia d’argento all’Alto Adige con la ciclabile dell’Adige, la “Via Claudia Augusta”. Sull’ultimo gradino del podio la ciclovia “Delle sorgenti” in Campania, nell’alto casertano. Il premio della Stampa è andato alla Liguria con “L’Alta Via dei Monti Liguri”.