Un Giro d’Italia inedito

Un Giro d’Italia inedito

La passione per il ciclismo arriva su Topolino. Sul numero 3363 in edicola prende il via la nuova storia a episodi “Zio Paperone e il Giro da capogiro”: un viaggio in Italia su due ruote che ripercorre le tappe dell’edizione 2020 della Corsa Rosa

Il Tour of the Alps guarda al 2021

Il Tour of the Alps guarda al 2021

L’organizzazione della gara a tappe euroregionale vista la complessa situazione del calendario dopo l’epidemia, annuncia la decisione di rinunciare all’edizione 2020 per riproporsi ad aprile del prossimo anno

Aperisocial raccoglie mille euro per la Protezione Civile di Conegliano

Aperisocial raccoglie mille euro per la Protezione Civile di Conegliano

Il ricavato dell’asta di beneficenza lanciata da Ca’ del Poggio e dai ciclisti Sacha Modolo e Andrea Vendrame contribuirà all’acquisto di una cucina mobile

La maglia dei campioni della Movistar

La maglia dei campioni della Movistar

Proclamato il vincitore del progetto “Disegna la maglia dei campioni” lanciato da Alé Cycling e Movistar Team. Sarà indossata nella prima gara UCI dopo la fine dell’emergenza

Ripartenza: il nodo degli incentivi per le biciclette

Ripartenza: il nodo degli incentivi per le biciclette

Per uscire dall'emergenza sanitaria le due ruote hanno un ruolo chiave

Rudy Project dona 200 occhiali alla Città di Treviso

Rudy Project dona 200 occhiali alla Città di Treviso

In un momento così delicato per il nostro paese e per la comunità trevigiana, Rudy Project ha voluto compiere un piccolo gesto per non far mancare il proprio supporto alla Città di Treviso

Specialized mette all’asta la bici di Nibali per sostenere la Protezione Civile

Specialized mette all’asta la bici di Nibali per sostenere la Protezione Civile

Si tratta della S-Works Roubaix utilizzata da Vincenzo Nibali durante la famosa tappa con il pavè della Parigi-Roubaix durante il Tour de France del 2014

Tokyo 2021 e Tour: Viviani dice la sua a Tutti Convocati su Radio 24

Tokyo 2021 e Tour: Viviani dice la sua a Tutti Convocati su Radio 24

“Le emozioni di ieri sono più di sollievo che di rabbia. La notizia mi ha tolto un peso, perché stiamo vivendo nell'incertezza”, si è espresso in questi termini Elia Viviani, già oro olimpico nell’omnium a Rio 2016, a Tutti Convocati su Radio 24. Il ciclista veronese ha anche commentato la possibilità di correre il Tour de France (ancora in programma dal 27 giugno al 19 luglio) a porte chiuse: “Alla Parigi-Nizza capivi che c'era qualcosa di surreale. La gara era anche normale, anzi spettacolare per quello che si è visto in tv – ammette Viviani -. Dall'altra parte era una soluzione per tirare avanti, ma non può essere punto di ripartenza, anche a porte chiuse staff e corridori sono a rischio. E’ stata accettata come fine corso, ma è improponibile “ripartire da”. Ripartiremo con zero casi, è uno sport in cui arrivano persone da tutto il mondo, se alla data del Tour partiamo senza casi si potrà ripartire. I 200 corridori che partono sono un gruppo di persone, se non è controllabile il pubblico non è controllabile neanche il gruppo”.

Rinviati di un anno i Giochi Olimpici

Rinviati di un anno i Giochi Olimpici

Si attendeva di sapere se lo stravolgimento del calendario sportivo avrebbe incluso anche i tanto attesi Giochi olimpici in programma questa estate a Tokyo, e ora la risposta è arrivata: tutto rinviato al 2021 per la pandemia causata dal nuovo coronavirus, La richiesta del premier giapponese Shinzo Abe di posticipare l'evento al presidente del Cio Thomas Bach è stata accolta. Una decisione difficile presa per tutelare gli atleti e cercare di contrastare l'emergenza sanitaria.

Polartec e National Geographic insieme per la sostenibilità

Polartec e National Geographic insieme per la sostenibilità

Milliken & Company, proprietari di Polartec, marchio innovatore della tecnologia tessile (il primo a inventare un tessuto di pile realizzato a partire da bottiglie di plastica riciclate), è al fianco di National Geographic per “lanciare una collaborazione e dare ispirazione all’innovazione per la sostenibilità e il futuro di un’economia circolare”. Iniziando con la sponsorizzazione del recente Forum di National Geographic sull’economia circolare, la collaborazione è stata inaugurata il mese scorso presso la sede a Washington DC.

Per chi non lo sapesse, Milliken è la manifattura tessile che ha acquisito Polartec nel 2019, e che vanta una storia lunga 154 anni nel campo della protezione dell’ambiente, che continua a impegnarsi nella protezione e tutela del pianeta in favore delle generazioni future. I suoi obiettivi di sostenibilità per il 2025 includono la promessa di: “convocare scienziati e leader di pensiero per promuovere l’obiettivo di trovare una soluzione per la sfida legata alle materie plastiche alla fine del loro ciclo di vita”.

Aggredito Harm Vanhoucke in allenamento

Aggredito Harm Vanhoucke in allenamento

Il corridore belga della Lotto Soudal Harm Vanhoucke ha raccontato sulla sua pagina Facebook di essere stato aggredito mentre si allenava. In base a quanto dichiarato dal corridore ventiduenne, a spingerlo fuori strada durante l’allenamento è stato un uomo alla guida di un furgone, che poi lo ha colpito con un pugno e gli ha dato un calcio. L'atleta, che si è detto speranzoso di poter identificare il suo aggressore, ha aggiunto: “Questo è tutt’altro che normale durante questo periodo di coronavirus”. In Belgio, tra l'altro, l'attività sportiva all'aperto non è vietata, in solitaria e mantenendo la dovuta distanza dagli altri che si possono incontrare.

Atto volontario: FCI e ACCPI chiedono ai professionisti di fermarsi

Atto volontario: FCI e ACCPI chiedono ai professionisti di fermarsi

La Federazione Ciclistica Italiana, al fine di tutelare la salute degli atleti e di coloro che sono coinvolti nell’attività ciclistica - e in linea con quanto disposto dall’UCI, ha disposto la sospensione di tutta l'attività fino alla fine di aprile. Inoltre il presidente Di Rocco ha proposto all’ACCPI di rinunciare all’opportunità concessa dal DPCM ai corridori professionisti e gli azzurri olimpici di allenarsi su strada, anche per facilitare il lavoro delle forze dell’ordine, già fortemente impegnate.

La riscrittura dei calendari terminata l'emergenza sanitaria

La riscrittura dei calendari terminata l'emergenza sanitaria

L'UCI ha fatto sapere che, di fronte alla diffusione accelerata del virus e in consultazione coi suoi partners, nessun evento del suo calendario internazionale strada si terrà fino a nuovo avviso, ma almeno fino alla fine di aprile. In vista della ripresa della stagione ciclistica, verrà data quindi priorità: agli eventi in calendario alla data della ripresa; e per quanto riguarda il calendario degli uomini, a seconda dello spazio disponibile e tenendo conto della possibilità di sovrapposizioni, ai tre Grandi Giri e alle Classiche Monumento.

Parigi-Roubaix a rischio. Il Tour invece?

Parigi-Roubaix a rischio. Il Tour invece?

Dopo l'annullamento del Giro delle Fiandre, che si era disputato persino durante la Seconda guerra mondiale, I tifosi attendono di sapere la decisione dell'Uci e delle varie autorità locali in merito alla Parigi-Roubaix in programma il prossimo 12 aprile. Christian Prudhomme, presidente di Aso, ha fatto sapere in via ufficiosa che sarà difficile che possa svolgersi, mentre si è detto più ottimista sul Tour de France che parte il 27 giugno.

La GF Strade Bianche dell’8 marzo è annullata

La GF Strade Bianche dell’8 marzo è annullata

È arrivata la comunicazione dell’annullamento dell’evento toscano per amatori. In seguito al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana del 4 marzo 2020, RCS Sport ha infatti comunicato che la Gran Fondo Strade Bianche dell’8 marzo è annullata. I dettagli inerenti alla nuova data saranno comunicati prossimamente.

Tenersi in forma ai tempi del Coronavirus

Tenersi in forma ai tempi del Coronavirus

Come restare in forma malgrado il coronavirus, lo spiegano con ironia Nathan Haas e Attilio Viviani

L’UAE Tour si ferma per il Coronavirus. 2 italiani positivi

L’UAE Tour si ferma per il Coronavirus. 2 italiani positivi

I controlli ad atleti e staff delle 20 squadre impegnate nella gara degli Emirati hanno rivelato due casi di positività al Covid-19. Annullate le ultime due tappe

Igraw assegnerà l’oscar delle vie verdi a Cosmobike

Sono aperte le candidature per l’oscar della migliore via verde italiana. Ha preso via infatti la quinta edizione di Igraw, Italian Green Road Award, il cui obiettivo è fare conoscere al grande pubblico le realtà virtuose e spesso poco conosciute, per incrementare nel nostro Paese un turismo più sostenibile. La più bella via verde italiana sarà premiata a Cosmobike, la fiera della bicicletta che si terrà il 15 e 16 febbraio 2020 alla Fiera di Verona. La Ciclabile del fiume Oglio si è aggiudicata la vittoria nella scorsa edizione.

La Vigorelli-Ghisallo batte il 5

La Vigorelli-Ghisallo batte il 5

La Greenway delle Valli Resilienti

La Greenway delle Valli Resilienti

Un nuovo tassello si aggiunge alla nostra rete di strade votate alla bici grazie alla ciclabile delle Prealpi bresciane che viene inaugurata il 28 e 29 settembre. La Greenway delle Valli Resilienti collega le alte Valli Trompia e Sabbia con la città di Brescia con 74 percorsi adatti a tutti i livelli e gradi di difficoltà tra MTB, Slow Bike e Road Bike. Tra i più suggestivi “il crinale”: un percorso mozzafiato di 70 km a 1.600 metri d’altezza e “l’anello”: un percorso su strada lungo 140 km che unisce le due valli. Per pedalare durante l’inaugurazione CLICCA QUI.

Arriva SAB, inaugurato il nuovo servizio “Bicibus”

Siete fra gli appassionati di bici che si spostano senza usare l’auto. Ecco una novità interessante: fino all’11 settembre è attivo il servizio che permette di portare con sé sul bus la propria bicicletta. Stiamo parlando di Arriva SAB, la società controllata di Arriva Italia che gestisce il trasporto pubblico extraurbano a Bergamo e provincia. Il servizio permette di portare con sé la propria bici al costo di 2,70 euro su alcune corse della Linea BS2 (Edolo – Ponte di Legno). Il servizio non richiede alcuna prenotazione, e sarà l’autista a preoccuparsi di sistemare correttamente le biciclette sul mezzo. Ponte di Legno, da cui parte la linea BS2, è ben collegata con altre località lombarde grazie alla linea speciale Arriva SAB BS1, che collega Sesto San Giovanni (MI) a Ponte di Legno (BS), passando anche dall’Aeroporto di Orio al Serio.

Italian Bike Festival, le novità 2019

Italian Bike Festival, le novità 2019

Rimini quartier generale della passione ciclistica dal 13 al 15 settembre, per il ritorno della manifestazione sul mondo bici che ha debuttato lo scorso anno con successo. Fra le novità spicca il “Tourism Village”: un’area espositiva dove saranno presenti regioni, apt, località, bike hotel e tour operator specializzati. E non ci si ferma qui, anzi si anticipa con la prima edizione di Bike Economy 24, che aprirà la serie di appuntamenti già giovedì 12 settembre. Si tratta della prima tappa del Road Show organizzato dal Gruppo 24 ORE e dedicato all’economia del “mondo a due ruote”. La partecipazione è gratuita previa iscrizione online. Per saperne di più su Italian Bike Festival CLICCA QUI.

Al Delicious Trail Dolomiti con i nuovi capi Karpos e Polartec

Al Delicious Trail Dolomiti con i nuovi capi Karpos e Polartec

Si rinnova la collaborazione tra Karpos e Polartec. I nuovi capi saranno inaugurati in occasione del Delicious Trail Dolomiti

Anche a Firenze rivive la Coppa Cobram di Fantozzi

La mitica corsa ciclistica del film "Fantozzi contro tutti" torna il 28 luglio a Firenze. Partenza alle 9 dal circolo La Rondinella e finale con pranzo comune, proprio come nella trattoria "Al Curvone"

Il giovane pistard Gobbo sta reagendo bene dopo il terribile incidente

Il giovane pistard Gobbo sta reagendo bene dopo il terribile incidente

Il peggio è passato per il giovane pistard Lorenzo Gobbo che è rimasto vittima di un terribile incidente, ieri 14 luglio, sul circuito belga dell'Eddy Merckx Cycling a Gand. Durante la prova dello Scratch agli Europei under 23 e Juniores, l’atleta brianzolo è caduto ed è stato trafitto da un listello di legno di 50 centimetri staccatosi dalla pista che gli ha perforato un polmone. Operato d’urgenza (gli sono stati applicati 200 punti di sutura) e ricoverato in terapia intensiva, per fortuna sta reagendo bene alle cure - ha fatto sapere il padre Giovanni.

Lutto in casa Abus Italia, è venuto a mancare Luca Guidotti

Luca Guidotti, CEO e General Manager di Abus Italia, è mancato nei giorni scorsi

Urban Award premia la mobilità sostenibile

Urban Award premia la mobilità sostenibile

I comuni vincitori saranno premiati il 6 novembre 2019 a Eicma, Esposizione internazionale del ciclo e motociclo

Marzotto alla Castelli 24h per battere record e fibrosi cistica

Marzotto alla Castelli 24h per battere record e fibrosi cistica

Il presidente di Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Matteo Marzotto è pronto a battere il record personale di 275 giri in 24 ore dello scorso anno, alla nuova edizione della storica gara ciclistica Castelli 24h. Venerdì 7 e sabato 8 giugno nel circuito cittadino di Feltre, si cimenterà in una nuova pedalata in solitaria nella categoria Only One per raccogliere nuovi fondi a favore della ricerca sulla malattia genetica grave che in Italia interessa 2 milioni e mezzo di portatori sani.

Grazie alla famiglia Cremonese del brand Castelli, per ogni giro portato a termine dal presidente della Onlus verrà corrisposto un valore in euro, generosamente aumentato rispetto allo scorso anno, a sostegno del progetto scientifico Task Force for Cystic Fibrosis.

Il via alla coinvolgente competizione per corridori singoli o squadre è in programma alle ore 21 di venerdì 7 giugno, per lottare fino alle 21 del giorno successivo contro gli avversari e contro il proprio limite di resistenza.

In occasione dell’evento saranno a Feltre i volontari de “La bottega delle donne”, Delegazione FFC di Treviso Montebelluna, al fine di sensibilizzare i presenti sulla malattia e per offrire a ciclisti e appassionati i gadget FFC a sostegno della ricerca, e in particolare del progetto Task Force for Cystic Fibrosis.

Auto in gara, alla Gran Fondo Versilia si schianta e muore l'imprenditore brianzolo di Chanteclair

Auto in gara, alla Gran Fondo Versilia si schianta e muore l'imprenditore brianzolo di Chanteclair

A Bologna la presentazione di 110 anni in rosa

A Bologna la presentazione di 110 anni in rosa

A poche ore dall'inizio del Giro d'Italia - al via sabato 11 maggio da Bologna -, il capoluogo emiliano ospita la presentazione di "110 anni in rosa. Storie, imprese e statistiche del Giro d'Italia dalla prima edizione a oggi", il nuovo libro di Luca Marianantoni, con prefazione di Francesco Moser. Un volume per rivivere le gesta dei campioni più amati, arricchito dal più ampio apparato statistico mai pubblicato.
Alla presentazione, che si terrà mercoledì 8 maggio alle 17.30 presso la Biblioteca dell'Archiginnasio, Sala dello Stabat Mater, interverranno Marino Bartoletti, Dino Bomben, Davide Cassani e Matteo Lepore.

Freccia Vallone, vince Alaphilippe, caduta con commozione cerebrale per Pozzovivo

Freccia Vallone, vince Alaphilippe, caduta con commozione cerebrale per Pozzovivo

Domenico Pozzovivo, corridore della Bahrain Merida, è caduto a circa 30 km dalla conclusione della Freccia Vallone che si è disputata il 24 aprile ed ha riportato una commozione celebrale. Il ciclista italiano è caduto male ed è stato trasportato in ambulanza all'ospedale di Huy. Fortunatamente sono state escluse fratture al cranio ed alle vertebre, ma gli è stato diagnosticato un trauma facciale ed una commozione cerebrale, oltre ad abrasioni multiple su spalla, gomito, ginocchio e viso. Non è ancora chiara la sua prognosi anche in vista della "Liegi" in programma domenica. La Freccia-Vallone, seconda classica della Ardenne, è stata vinta da Julien Alaphilippe.

Dolomites Bike Day 2019: si ritorna al tracciato originale

Dolomites Bike Day 2019: si ritorna al tracciato originale

Il Dolomites Bike Day del 16 giugno 2019 deve fare dietro front a seguito del parere negativo espresso dal comune trentino di Canazei. Si torna quindi a percorrere il tradizionale anello che unisce tre passi, due province e tre valli ladine, attraverso i valichi di Campolongo, Falzarego e Valparola. Un percorso di 51 chilometri con un dislivello complessivo di 1.290 metri, immerso nella natura che si snoda per le strade più panoramiche e rinomate delle Dolomiti, per l’occasione chiuse al traffico dalle ore 09 alle 15.

Il Viaggio delle Stelle, in e-bike da Milano a Cortina

Il Viaggio delle Stelle, in e-bike da Milano a Cortina

Vi parliamo del bel progetto "Il Viaggio delle Stelle" della Fondazione B.LIVE, supportato anche da Bosch eBike e Vibram. È un viaggio in cui i B.Livers, ragazzi affetti da gravi patologie croniche, cercheranno di dare un senso alla fatica, all’amicizia, ai valori che condivono con gli amici e con il territorio che li ospita, ma andando oltre a quello che pareva difficile, se non impossibile, come affrontare la malattia o le proprie cicatrici. Sarà una piccola impresa da fare tutti insieme, perché insieme si è più forti e si affrontano meglio le sfide. Il fischio d’inizio è previsto per il 25 maggio da Piazza Gae Aulenti, a Milano con la partecipazione di Andrea Pilo, per raggiungere Cortina d’Ampezzo il 1 giugno.

Smith e Cinelli di nuovo insieme con la firma di Mike Giant

Smith e Cinelli di nuovo insieme con la firma di Mike Giant

Smith, leader nel settore degli occhiali, caschi e maschere da sci high-performance che vantano tecnologie all’avanguardia, e Cinelli, azienda leader nel mondo della bici, rinnovano la reciproca partnership che li vede ancora più uniti nel campo del ciclismo, per garantire prestazioni sportive sempre al top, presentando un’edizione limitata di caschi e occhiali da sole firmata Mike Giant. Il celebre artista newyorkese di graffiti, illustratore e tatuatore, che ha sempre avuto la passione per il modo bike, skateboard e street art, ha personalmente creato la nuova linea che il Team Cinelli Smith indosserà durante le prossime importanti gare, come la 8 Bar Crit di Berlino, la National Moutard Crit a Dijon e la Nocture di Londra.

Boels Dolmans e Santini per la ricerca sul tumore al seno

Boels Dolmans e Santini per la ricerca sul tumore al seno

Santini e il team World Tour femminile Boels-Dolmans supportano l’organizzazione Pink Ribbon e la ricerca sul tumore al seno con una campagna che si concretizzerà nella messa all’asta online dei capi e delle bici che le atlete della squadra avranno in dotazione durante l’Amstel Gold Race del 21 aprile. Per l’occasione, Santini ha realizzato i completi esclusivi che le atlete indosseranno durante la celebre corsa nei Paesi Bassi: il colore scelto è il rosa, simbolo della lotta al tumore al seno.

Giro d’Italia: Adorni nella Hall of Fame

Giro d’Italia: Adorni nella Hall of Fame

Parma festeggia Vittorio Adorni (Foto LaPresse), entrato a far parte della Hall of Fame del Giro d’Italia con la consegna del Trofeo Senza Fine che, dal 2000, va ai vincitori del Giro d'Italia. L’ex corridore - di San Lazzaro Parmense - ha vinto la Corsa Rosa nel 1965. Professionista dal 1961, i suoi successi più importanti sono legati al Giro e all’Italia (con la vittoria nel Campionato del Mondo su Strada di Imola). Nella sua carriera ha indossato 19 volte la Maglia Rosa e vinto 11 tappe. Affianca nell’albo d’oro Merckx, Gimondi, Roche, Moser, Baldini, Hinault e Indurain.

Il Giro delle Fiandre è azzurro. Storico trionfo di Bettiol e Bastianelli nella grande classica del Nord

Il Giro delle Fiandre è azzurro. Storico trionfo di Bettiol e Bastianelli nella grande classica del Nord

Vincere il Giro delle Fiandre è già di per sé un privilegio riservato a pochi. Se poi il trionfo arriva in una giornata di trionfo per i colori italiani, allora è un vero evento. Alberto Bettiol sigilla la sua prima vittoria da pro nella mitica corsa belga. E con lui si è imposta anche Marta Bastianelli, campionessa d'Europa in carica, che ha infilato un'altra perla nel suo prestigioso palmares aggiudicandosi l'edizione femminile nella corsa.
Per Bettiol è stato un successo in solitaria a braccia alzate sul traguardo di Oudenaarde tra due ali di folla. "Ancora non ci credo, gli ultimi sono stati i chilometri più lunghi della mia vita", ha raccontato a caldo, praticamente in lacrime, il ciclista della EF Education First, scattato coraggiosamente a 18 km dall'arrivo.
Marta Bastianelli ha trionfato dopo una volata a tre con l'olandese Annemiek Van Vleuten e la danese Uttrup Ludwig.

Infarto in gara, ciclista olandese in fin di vita

Infarto in gara, ciclista olandese in fin di vita

Il ciclista del team Continental Team Alecto CT Robbert de Greef è in condizioni critiche in ospedale dopo un attacco di cuore nell'Omloop van de Braakman, corsa dilettantistica che si disputa in Olanda. Due settimane fa, il corridore era arrivato secondo al Giro di Drenthe ed aveva impressionato per la sua forma.
De Greef, 27 anni, si è sentito male improvvisamente dopo una quindicina di chilometri, mentre stava cercando di tornare in gruppo dopo una foratura. E' stato rianimato sul posto e poi portato in ospedale, ma la situazione di De Greef è ancora critica. L'organizzazione della gara ha deciso di annullare la gara. Un anno fa alla Paris-Roubaix un altro atleta, Michael Goolaerts, finì vittima di un infarto.

Le maglie del Giro d'Italia numero 102

Le maglie del Giro d'Italia numero 102

Eccole le maglie del Giro d'Italia numero 102, in programma dall'11 maggio al 2 giugno, a cura di Rcs Sport. Le Maglie, prodotte da Manifatture Valcismon, col famoso marchio dello scorpione Castelli, che ne ha curato anche il design e i particolari - sono realizzate con speciali tessuti Sitip per essere leggere ed aerodinamiche, con cuciture che seguono la forma del corpo dell'atleta e garantiscono una vestibilità perfetta. Tra loro anche la celebre Maglia Rosa. Per realizzarle sono stati usati 4 diversi tessuti Sitip, posizionati nelle differenti parti del corpo per massimizzare aerodinamica e traspirabilità. Montano una zip con tiretto dorato che sfuma al rosa, omaggio al Trofeo Infinito. Maglia rosa: sponsorizzata da Enel, leader della classifica; maglia ciclamino: Segafredo, leader della classifica a Punti; maglia azzurra: Banca Mediolanum, leader del Gran Premio della Montagna; maglia bianca: Eurospin, leader della classifica dei giovani.

Castellania, paese natale di Coppi cambia nome in onore del campionissimo

Castellania, paese natale di Coppi cambia nome in onore del campionissimo

Il Consiglio regionale del Piemonte, nella seduta di lunedì 5 marzo, ha approvato la Proposta di deliberazione della Giunta regionale, con la quale il Comune di Castellania cambia nome e diventa Castellania Coppi, in onore del campionissimo Fausto Coppi. Il paese natale dei fratelli Fausto e Serse Coppi, sulle colline tortonesi in provincia di Alessandria, ha voluto infatti cambiare la propria denominazione, per legarsi in modo indissolubile al Campionissimo. Da sempre infatti, Castellania è meta di continue visite, in particolare dalla Francia. A Castellania Coppi è nato e scomparso il 2 gennaio 1960. Il 2019 è l'anno del centesimo anniversario della nascita dell'Airone. Tante sono le celebrazioni e le iniziative, partendo dal Giro d'Italia, per cui il cambio di denominazione costituisce il massimo suggello immaginabile.

Cofidis punta al World Tour nel 2020

Cofidis punta al World Tour nel 2020

La squadra del direttore sportivo Roberto Damiani ha dichiarato l’obiettivo di iscriversi al World Tour nel 2020. È stata siglata una nuova partnership con l’Università IULM per promuovere le attività di marketing nel settore del ciclismo. "Quest’anno, che ci auguriamo possa superare il 2018 che è stato già molto positivo con 21 vittorie maturate, sarà propedeutico al nostro obiettivo ambizioso di riuscire ad iscriversi al World Tour nel 2020. Non solo il nostro team è abituato a non fare affidamento a un singolo leader – tutti i corridori, infatti, hanno le stesse opportunità di vincere – ma da ora con questa sfida sarà ancora più motivato a dare il massimo e mostrare tutta la sua passione per la corsa”, ha dichiarato Cédric Vasseur, direttore generale del team

Sabato la Milano-Sanremo. Tanti grandi campioni al via

Sabato la Milano-Sanremo. Tanti grandi campioni al via

Sabato 23 marzo si corre la 110/a edizione della Milano-Sanremo, 291 chilometri di passione e furore agonistico, di speranze e di ambizioni che si rinnovano anno dopo anno. Sarà una corsa dei campioni, visto il lotto dei partenti. Il percorso è tradizionale, con il passaggio da Pavia, Ovada, Passo del Turchino e poi, via, via, scendendo verso Genova. Il gruppo affronterà le salite della Cipressa e del Poggio di Sanremo.
Occhi puntati su Vincenzo Nibali che ha già fatto sua questa gara nel 2018 anche se, come sempre, i favoriti sono altri: dal francese Julien Alaphilippe, e poi Matej Mohoric e Sonny Colbrelli. Fernando Gaviria, come Elia Viviani, in caso di arrivi allo sprint. Matteo Trentin, capace di fughe per la vittoria anche clamorose, Peter Sagan, Van Avermaet, Demare, Kristoff e Boasson Hagen.

Una salita per Pantani tra Arezzo e l'Alpe di Poti

Una salita per Pantani tra Arezzo e l'Alpe di Poti

La salita che da Arezzo conduce all'Alpe di Poti (800 metri di altezza) sarà dedicata a Marco Pantani. La cerimonia di intitolazione al Pirata si terrà il 22 marzo in occasione della due giorni dell'Ardita, gara di ciclismo vintage in programma ad Arezzo domenica 24 marzo. Sarà presente la madre del vincitore di Giro e Tour de France Tonina. Due le targhe, all'inizio e alla fine della strada sterrata comunemente conosciuta come la "Corta di Poti" che da San Polo, 254 metri sul livello del mare, si snoda lungo un percorso di circa 8 chilometri e mezzo fino agli 827 metri del punto in cui incontra la strada asfaltata proveniente dalla Foce dello Scopetone. L'idea è partita nel 2016 quando ad Arezzo fece tappa il Giro d'Italia e la strada fu affrontata dagli atleti in gara.

Il film Wonderful Losers in tour per la Milano-Sanremo

Il film Wonderful Losers in tour per la Milano-Sanremo

Alla vigilia della Classica di Primavera torna il film di Arunas Matelis “Wonderful Losers. A different world”, che racconta il mondo mai raccontato dei gregari, sarà proiettato venerdì 22 marzo alle ore 21 al cinema Plinius di Milano e al cinema Le Giraffe di Paderno Dugnano. Durante l'evento al Plinius saranno presenti Daniele Colli, protagonista del film, e Giacomo Pellizzari, che parlerà del suo libro “Il carattere del ciclista”.

Tirreno-Adriatico, pauroso incidente durante la cronometro a squadre

Tirreno-Adriatico, pauroso incidente durante la cronometro a squadre

Pauroso incidente nella tappa odierna, 13 marzo, della Tirreno-Adriatico. Un uomo di 55 anni di Viareggio è stato portato in ospedale dopo che oggi è stato investito dai ciclisti impegnati nella cronometro a squadre che a Lido di Camaiore ha dato il via alla corsa a tappe. Le sue condizioni non sarebbero gravi: l'uomo ha attraversato la strada senza rendersi conto che stavano arrivando gli atleti della Bora-Hansgrohe. Mentre gran parte dei corridori sono riusciti a evitare l'uomo, Rafal Majka e Oscar Gatto lo hanno preso in pieno. Subito sono intervenuti i sanitari della corsa, l'incidente è avvenuto davanti a due vigili urbani. I due corridori sono riusciti a ripartire e superando la linea del traguardo anche se in ritardo rispetto agli altri componenti della squadra.

Tirreno Adriatico si torna al classico con muri e tappe durissime.

Tirreno Adriatico si torna al classico con muri e tappe durissime.

Tirreno-Adriatico NamedSport numero 54. La gara in programma dal 13 al 19 marzo e organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport è stata presentata. Il percorso leggermente diverso da quelli degli ultimi anni torna verso le gare costellate di muri, presenti lungo tutto il percorso con pendenze a volte anche oltre il 18%. Dunque è più aperta la corsa alla vittoria finale che vede protagonisti atleti di varie specialità.
Restano invariate la cronosquadre di apertura e la individuale di chiusura, oltre a due tappe dedicate ai velocisti. Al via 161 corridori in rappresentanza di 23 squadre. Dal vincitore del Tour Geraint Thomas, Vincenzo Nibali, Tom Dumoulin, Thibaut Pinot, Primoz Roglic, Mikel Landa e Adam Yates. E poi Peter Sagan, Greg Van Avermaet, Julian Alaphilippe, Tim Wellens, Tiesj Benoot e Rohan Dennis, oltre ai velocisti Elia Viviani, Fernando Gaviria, Giacomo Nizzolo e Nacer Bouhanni.

1919-2019 Cento volte Coppi, Malagò presenta il libro dedicato al campionissimo

1919-2019 Cento volte Coppi, Malagò presenta il libro dedicato al campionissimo

Il 2019 del ciclismo si apre nel segno di Fausto Coppi. Nell'anno del centenario dalla nascita del grande ciclista Fausto Coppi è stato presentato al Coni il libro "1919-2019 Cento volte Coppi" a cura di Roberto Fiorini e Claudio Pesci. Presente anche il numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò, che ha ricordato: "Sono cresciuto nel mito di Fausto Coppi, un grande personaggio non solo per la sua strepitosa cavalcata di atleta, ma anche per alcuni fatti che hanno caratterizzato la storia del nostro Paese. Sono vicende che mi hanno sempre appassionato". Un libro nel quale il capo dello sport italiano ha scritto la prefazione.

Più veloce degli uomini. La ciclista svizzera Nicole Hanselmann fermata dai giudici

Più veloce degli uomini. La ciclista svizzera Nicole Hanselmann fermata dai giudici

E' stata fermata dai giudici che hanno preferito neutralizzare la gara femminile, piuttosto che mettere in imbarazzo gli atleti maschi. L'imbarazzante episodio è accaduto alla ciclista svizzera Nicole Hanselmann in occasione della gara belga Omloop het Nieuwsblad, classica di inizio stagione. L'atleta, già campionessa nazionale su strada nel 2017, era partita con 10 minuti di ritardo rispetto ai colleghi uomini, ma la sua fuga è stata così importante (2 minuti sul gruppo femminile) da portarla a raggiungere la coda dei maschi. A quel punto i giudici hanno neutralizzato la gara femminile imponendo alle atlete una breve sosta fino a quando è stato ricostituito il gruppo. Nonostante le sia stato garantito un vantaggio rispetto alle colleghe, la sua giornata di gloria è finita lì (ha chiuso in 74a posizione). Forse il nervosismo per la sosta e il freddo di quella giornata hanno giocato un brutto scherzo.

Sabato e domenica torna Strade Bianche, la "Classica del Nord" più a Sud d'Europa

Sabato e domenica torna Strade Bianche, la "Classica del Nord" più a Sud d'Europa

Sabato torna la Strade Bianche, ossia "la classica del nord più a sud d'Europa". Si pedala lungo 184 chilometri di cui 63 lungo strade sterrate, con partenza e arrivo a Siena: il traguardo è in piazza del Campo. Domenica 10 marzo poi, come di consueto, si svolgerà la Gran fondo riservata ai dilettanti: 5.000 gli iscritti che partiranno dalla Fortezza medicea, arrivo sempre in piazza del Campo. Annunciati Vincenzo Nibali e il vincitore dell'anno scorso Benoot. Il Comune di Siena e Rcs Strade Bianche hanno formalizzato un accordo triennale di collaborazione per l'organizzazione delle due manifestazioni ciclistiche. L'intesa prevede che il Comune di Siena diventi co-organizzatore, una partnership su cui il Comune investirà 100mila euro.

Doping, confessa e si dimette il ciclista della Groupama-FDJ

Doping, confessa e si dimette il ciclista della Groupama-FDJ

Si è dimesso Georg Preidler, il ciclista austriaco coinvolto nello scandalo doping austriaco, scoppiato ai Mondiali di sci nordico di Seefeld. Ha lasciato "con effetto immediato" la squadra di ciclismo Groupama-FDJ. La squadra francese in un comunicato riferisce di essere stata informata lo scorso 3 marzo della ammissione spontanea da parte di Preidler di aver fatto uso di sostanze dopanti, mediante due autotrasfusioni alla fine del 2018. "Data la gravità dei fatti in totale opposizione ai principi etici difesi dal team e dai suoi sponsor Groupama e FDJ, Marc Madiot ha preso atto delle sue dimissioni con effetto immediato", si legge. Nella nota la Groupama-FDJ aggiunge di essersi già messa in contatto con l'UCI, per collaborare con la massima trasparenza.