Look 765 Gravel RS, la bici da gravel che semplifica la vita

Il marchio francese ha adottato un approccio relativamente semplice per realizzare la sua gravel bike. E a volte semplificare è meglio. Ciò che Look ha voluto con la sua nuova 765 Gravel RS è stato assicurarsi che tutte le accortezze che si cercano in una bici gravel fossero fatte bene.

1/6

Test bici Look 765 Gravel RS (Foto Joseph Branston)

Quando giocavo a rugby da bambino, il professionista che idolatravo di più era un tallonatore argentino di nome Mario Ledesma. A differenza dei contemporanei come Keven Mealamu della Nuova Zelanda o Schalk Brits del Sudafrica, Ledesma non aveva estro e brio. Quello che poteva fare, tuttavia, era buttarsi nelle mischie come un bue, fare placcaggi instancabili e lanciare delle bombe precise dalla rimessa laterale - cose che lo hanno reso indispensabile sia per il club che per la nazionale durante la sua illustre carriera di 20 anni. In definitiva, Ledesma non poteva fare cose incredibili su un campo da rugby, ma poteva fare bene tutte le piccole cose che lo hanno reso un grande giocatore di rugby.

Il mio punto di vista? Come Ledesma, la Look 765 Gravel RS non è una bici che sta rivoluzionando il mercato gravel, né ha la pretesa di essere più leggera, più veloce o più conforme delle sue rivali. No, con la 765 Gravel RS, Look ha semplicemente creato una bici gravel che fa bene tutte le piccole cose ed è la migliore per questo.

I foderi appiattiti offrono un aumento del 15% del comfort nella parte posteriore della bici

È il momento della confessione. Quando ho messo gli occhi sulla 765 Gravel RS per la prima volta, ci ho messo un po’ a entusiasmarmi. La geometria è abbastanza standard per una bici gravel - l’interasse e l’avancorsa sono lunghi per garantire stabilità e maneggevolezza, lo stack è alto e il reach è corto per un posizionamento comodo - non ci sono sistemi di sospensione fantasiosi, e con 8,9 kg (in media) senza pedali, è tutt’altro che un peso piuma.

Anche la sobria verniciatura nera e rossa mi ha lasciato un po’ indifferente. Così come l’attacco manubrio anni ‘90 e l’ingresso cavo incassato sul tubo sterzo. Ma immagino che dovrei sapere che è sempre meglio non giudicare un libro solamente dalla sua copertina.

Già al primo giro ho cominciato a capire di che pasta è fatta questa bici. È iniziato quando ho notato quanto bene la 765 Gravel si comportasse. Ora siamo in quel periodo dell’anno in cui le strade secondarie si riempiono di fango e i sentieri che prima erano percorribili non sempre lo sono. Indipendentemente dalle condizioni, mi sono sempre sentito in pieno controllo, fiducioso di poter scegliere una linea in una discesa o una curva diversa e uscirne dritto.

Quattro punti di montaggio per borracce su tutto il telaio, compreso un attacco sul tubo superiore, offrono molte opzioni di stoccaggio

Look sostiene di aver lavorato molto sulla maneggevolezza, sviluppando tutti i componenti dello sterzo - forcella, serie sterzo, attacco manubrio e barre - come un unico sistema. Direi che la scelta ha dato i suoi frutti. Di sicuro aiuta anche il fatto che questo particolare assemblaggio sia arrivato con pneumatici Hutchinson Touareg da 40 mm, che non saranno i più veloci sull’asfalto ma hanno un battistrada così generoso che mi sono sentito ancorato al terreno come un treno sui binari.

Oltre ai suoi morbidi pneumatici (il 765 Gravel ha spazio per 700x40mm o 650x2.1 in gomma), Look attribuisce il comfort anche ai foderi 3D wave. Questi foderi, appiattiti e magri, dovrebbero essere in grado di offrire il 15% in più di comodità rispetto a foderi rotondi delle stesse dimensioni. Per questo devo prendere come buona la dichiarazione di Look, ma certamente il telaio sembra offrire un sacco di comfort nella parte posteriore senza ricorrere ad alcun sistema di sospensione per ottenerla.

Il cockpit include un attacco manubrio integrato per mantenere rigidità e una gestione di guida più precisa

Non sono un tipo da avventure epiche fuoristrada in bicicletta, ma se lo fossi, la Look 765 Gravel RS sarebbe il tipo di bici che userei per farlo. È comoda, maneggevole e non ci sono parti complicate che potrebbero potenzialmente complicare troppo le cose. È una macchina pratica e ben assemblata. 4.399 euro è anche un prezzo ragionevole per il giorno d’oggi (che so essere comunque un sacrificio).

Tuttavia, suggerirei qualche modifica. Questo particolare assemblaggio è stato fatto con un gruppo 2x Shimano GRX810 gravel, che non ha perso un colpo perché, beh... è Shimano, ma personalmente avrei preferito una configurazione 1x. Liberarsi di quella guarnitura anteriore vuol dire avere una cosa in meno di cui preoccuparsi - musica per le mie orecchie tecnicamente incompetenti.

Considererei anche la mia scelta di pneumatici. Le Touareg possono essere gonfiate, ma per le mie uscite su ghiaia apprezzerei qualcosa di più leggero dei 550 grammi dichiarati, per avere un po’ più di velocità di rotolamento sull’asfalto.

Con la 765 Gravel RS, Look non ha chiaramente cercato di reinventare le gravel. Non ha introdotto novità sulla stratificazione del carbonio; non ha utilizzato sistemi di sospensione intelligenti; non ha reso una bici offroad leggera o aero come una bici da strada. Non ha intenzione di vincere alcun premio per l’innovazione. Ma ciò che Look ha voluto è stato assicurarsi che tutte le cose semplici che si cercano in una bici gravel fossero fatte bene, per dare forma a un modello assai pregevole nel complesso. Infatti, è proprio come Mario Ledesma, ma 101,1 kg più leggera.

1/4

Test bici Look 765 Gravel RS (Foto Joseph Branston)

Le caratteristiche

Marca: Look

Modello: 765 Gravel RS

Peso: 8.9kg (medium)

Gruppo: Shimano GRX810

Dotazione: Manubrio Look Alloy LS2, attacco manubrio Look LDS, reggisella Look LS2 carbon, sella San Marco Shortfit Dynamic, pneumatici Hutchinson Touareg 40mm

Ruote: Shimano RX570 Disc

Prezzo: € 4.399

Online: lookcycle.com

In alternativa

1/2

VIA ELETTRICA. Stai cercando di percorrere la strada dell’elettrico? La E-765 (a partire da 4.999 euro) ha la stessa geometria della 765 RS ma ospita un motore Fazua Evation nel tubo obliquo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA