S-Work Romin EVO Mirror, la sella di Specialized stampata in 3D

Specialized ha presentato S-Work Romin EVO Mirror, la sella stampata con tecnologia 3D.

Se siete tripofobici sicuramente la nuova sella stampata in 3D di Specialized, non fa per voi. A parte gli scherzi, la S-Work Romin EVO Mirror non è certo il primo modello presentato sul mercato con questa nuova tecnologia, ma sicuramente è un prodotto che ne sfrutta appieno le peculiarità.

La S-Work Romin EVO Mirror combina la tecnologia dell'esistente S-Works Power Mirror con la popolare - e leggermente più lunga - forma Romin.

È stata prodotta utilizzando una 'matrice di polimeri liquidi' e, essendo una sella top di gamma, è costruita su un guscio di carbonio e binari, arrivando a pesare solo 179 grammi, per una larghezza di 143 mm (disponibile anche in misura da 155 mm). Come altre selle Specialized, è dotata di borchie di montaggio SWAT sotto la coda per l'aggancio degli accessori.

La grande promessa della stampa 3D per le selle è la capacità di personalizzare accuratamente il comfort e il supporto semplicemente variando il design del reticolo, qualcosa che normalmente si otterrebbe utilizzando sezioni con diverse densità di schiuma.

Tastando la nuova Romin con un dito, è facile accorgersi come, dove e quanto varia la morbidezza. Solida dove appoggiano le ossa, ma più morbida altrove.

La domanda che sorge spontanea è: questa costruzione vale la spesa? È difficile da dire, ma il risultato è decisamente incredibile.

La prospettiva a lungo termine potrebbe essere la produzione di selle completamente personalizzate per ogni singolo appoggio. Un giorno, forse, i negozi di biciclette passeranno dal richiedere semplici misure di larghezza delle ossa ischiatiche a veri e propri scanner dell'impronta... dobbiamo solo avere la pazienza di aspettare.

Specialized S-Work Romin EVO Mirror è disponibile a 449 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA